Inter-Roma (2-1)/ Mancini vince e convince. La base per un nuovo ciclo?

- Giovanni Piolli

Inter-Roma 2-1: il commento di GIOVANNI PIOLLI sulla vittoria contro i giallorossi nella trentaduesima giornata di Serie A con i gol di Hernanes e Icardi per la squadra di Mancini

Hernanescapriola
Hernanes (infophoto)

Vittoria importantissima quella dell’Inter contro la Roma. I neroazzurri proseguono nel cammino di crescita e continuità. Nelle ultime quattro partite la squadra di Roberto Mancini ne ha pareggiate due e vinte altrettante. Se il pari contro il Parma aveva sollevato molti dubbi sui giocatori a disposizione del tecnico di Jesi, quello contro il Milan ha restituito una panoramica più reale dell’organico interista. La vittoria meritata contro la Roma assume un significato molto importante per la costruzione in atto di una nuova Inter. Le squadre incontrate nelle ultime gare dai neroazzurri sono, attualmente, quelle meno in forma del campionato. Milan e Roma vivono una crisi di gioco e risultati, sfociata per i rossoneri nella frattura profonda tra il tecnico ed i giocatori. Tuttavia vincere e giocare bene, anche contro squadre in difficoltà, dimostra che la formazione di Roberto Mancini sta provando a tornare grande. L’Inter ha perso molti punti con le cosiddette “piccole” e non ha mai trovato una continuità di gioco. Ranocchia e compagni stanno cominciando a raccogliere ciò che è stato seminato da Roberto Mancini in questi mesi. Contro i giallorossi viene confermato il giovane Gnoukouri, che dopo la bella prestazione contro il Milan, si ripete anche contro la Roma. Hernanes sente aria di derby e realizza un gran gol. La solita fase difensiva dei neroazzurri regala un gol evitabile a Nainggolan e qualche occasione pericolosa di troppo. Serve la classe cristallina di Mauro Icardi per trovare i tre punti. I neroazzurri nelle ultime gare non hanno giocato molto meglio rispetto agli ultimi mesi, ma riescono a guadagnare più punti. In difesa sono ancora troppi gli errori e i gol subiti, ma tutta la squadra sta crescendo. In un mese si giocheranno sei partite, 18 punti in palio che possono assegnare l’Europa League all’Inter. I tifosi neroazzurri sperano di poter vedere una luce in queste ultime gare, che possa farli sperare in una stagione migliore il prossimo anno. Il tifoso dell’Inter non vuole più sentir parlare di rivoluzioni e ricostruzioni, che nelle ultime stagioni sono state parole simbolo del fallimento; il tifoso è smanioso di vedere aprirsi, in campo, un nuovo ciclo.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori