Milan-Inter (3-0)/ Atteggiamento e crollo finale: così non va

- Giovanni Piolli

Milan-Inter 3-0: il commento di GIOVANNI PIOLLI sul derby di Milano, valido per la 22^ giornata di Serie A. Pesante sconfitta per i nerazzurri di Mancini, rigore sbagliato da Icardi e…

Manciniparla2015
Roberto Mancini (Infophoto)

Un’altra pesante sconfitta per l’Inter ed un’altra prova disastrosa dei suoi calciatori sul finale di partita. Dopo un buon primo tempo, finito in svantaggio immeritatamente, i neroazzurri falliscono un rigore e perdono la testa. La fragilità mentale e la passività con cui Icardi e compagni hanno giocato il secondo tempo è inaccettabile. Un match di calcio si può perdere in diversi modi. Quando l’avversario non merita e gli si concede di vincere, senza nessun mordente e senza grinta in campo, significa aver scelto il modo peggiore di uscire dal campo sconfitti. Nei primi 45 minuti si è visto giocare solo la squadra di Roberto Mancini. I rossoneri hanno trovato un gol sull’unica azione d’attacco. Il secondo tempo doveva essere un monologo interista con coltello fra i denti. Invece dopo aver guadagnato un rigore ed aver preso il palo, i neroazzurri hanno cominciato a camminare. In generale la fame maggiore ce l’ha avuta per 90 minuti il Milan, che ha giocato aggressivo su ogni pallone. Inizialmente sembrava che la maggiore qualità di Jovetic e Ljajic potesse essere un’arma efficace contro i cugini. Purtroppo troppi errori e poco pressing ha portato alla disfatta. In mezzo al campo manca personalità e qualità. È mancata la lucidità anche nel fare semplici passaggi lineari. Sinisa Mihajlovic conosce bene l’Inter e sa che pressando i calciatori neroazzurri li si induce all’errore, ma in serie A certi errori non si dovrebbero vedere. Il problema principale di questo Derby perso non è la sconfitta, ma l’atteggiamento molle e rassegnato dei calciatori neroazzurri. Perdere acuisce problemi già ravvisati anche quando le cose andavano bene. L’Inter è in piena crisi ed il panico sembra assalire gli interpreti che calcano il campo. I tifosi vogliono vedere giocatori che danno l’anima sul terreno di gioco e che non si fermano davanti a nulla. Solo con carattere e personalità si potrà uscire da questa situazione complicata. L’Inter ha raccolto più del dovuto duranti i primi mesi della stagione, ed ora, sta raccogliendo meno di quel che merita. Bisogna trovare equilibrio e mettere in campo orgoglio e grinta. Mercoledì si gioca ed è l’occasione per dimostrare di meritare la fiducia dei tifosi. Vincere e convincere sul campo, non c’è altra strada.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori