Inter-Bologna (2-1)/ Calci d’angolo come Dio comanda!

- Giovanni Piolli

Inter-Bologna 2-1: Giovanni Piolli analizza la vittoria dei nerazzurri nella partita valida per la ventinovesima giornata del campionato di Serie A, tenutasi sabato 12 marzo 2016

sansiro_obliquo
(INFOPHOTO)

Vincendo contro il Bologna l’Inter raggiunge la Fiorentina e stacca il Milan di sei lunghezze. I neroazzurri non brillano, come spesso accaduto durante questa stagione, e conquistano i tre punti grazie ai gol di Perisic e D’Ambrosio.

Abbandonati finalmente gli schemi da calcio d’angolo e battuti in mezzo all’area avversaria, Icardi e compagni scoprono di essere micidiali nelle situazioni a gioco a fermo. Gli uomini di Mancini hanno ricominciato a macinare risultati, tuttavia ogni partita ci sono segnali che obbligano il tecnico di Jesi a restare vigile e a pretendere maggiore lavoro. Il gol regalato al minuto 45 del secondo tempo agli avversari è l’emblema di questa Inter, che non riesce a non complicarsi la vita. Il Bologna, ottima squadra, non è mai stata pericolosa ed i gol dei padroni di casa ne hanno minato la fiducia durante i 90 minuti. Il regalo al termine del secondo tempo ha dato forza ai rossoblu per attaccare.

Fortunatamente sono stati pochi minuti di sofferenza, ma sarebbe stato meglio evitarli; soprattutto perché in questo campionato i neroazzurri hanno subito tante beffe negli ultimi minuti di partita. Dunque buona Inter, ma ancora molto lavoro da fare. L’approccio mentale è sempre la criticità maggiore, poi c’è un gioco quasi assente e poca personalità. Le note positive restano solidità ed il valore di alcuni singoli che a tratti emerge e diviene fondamentale contro le medio-piccole.

Sabato sera va in scena un classico degli ultimi dieci anni: Roma-Inter. Le squadre che si sono date maggiore battaglia negli anni d’oro dei neroazzurri. I giallorossi sono in una forma strepitosa, rinvigoriti dalla cura Spalletti. La marcia dei capitolini è stata incredibile ed ora sono di nuovo in corsa per i primi posti. Per i ragazzi di Roberto Mancini, la sfida di sabato rappresenta la possibilità di agganciarsi definitivamente alla lotta per il terzo posto. Un esame di primavera fondamentale per la crescita e la costruzione di questa Inter. I neroazzurri sono sfavoriti, ma consapevoli di avere l’organico per vincere la partita.

Quest’anno gli scontri diretti della squadra milanese hanno mostrato buone prestazioni e talvolta anche risultati positivi per i milanesi. La Roma delle ultime partite è straripante e rappresenta un banco di prova molto importante per l’Inter. Non resta che attendere sabato sera per vedere i leoni neroazzurri entrare nel Colosseo pronti a conquistare la vittoria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori