Cabina di regia: Sicilia resta zona gialla/ Quattro regioni a rischio moderato

- Carmine Massimo Balsamo

Cabina di regia, in arrivo una nuova ordinanza di Speranza sul cambio colori Regioni? Sicilia resta in zona gialla, nessun altro cambiamento in vista

cabina di regia
Roberto Speranza, ministro della Salute (LaPresse)

Reso noto il monitoraggio Iss, arrivano importanti novità per il “cambio colore” delle regioni. La cabina di regia si appresta a confermare la zona gialla per la Sicilia, anche se i dati della regione di Nello Musumeci sono in netto miglioramento rispetto a sette giorni fa. Non sono previsti cambiamenti: restano quattro le regioni a rischio moderato (Piemonte, PA Bolzano, PA Trento e Valle d’Aosta), ma nessuna “abbandonerà” la zona bianca.

In base ai dati consegnati alla cabina di regia, le regioni più vicine alla zona gialla, ma non al punto di cambiare colore, sono Calabria e Sardegna. La prima fa registrare un dato al di sotto della soglia per le terapie intensiva, all’8%, mentre la seconda può contare su una riduzione dell’occupazione dei posti letto sia in TI che negli altri reparti Covid.

CABINA DI REGIA, GLI ULTIMI DATI

In base ai dati della bozza di monitoraggio Iss-Ministero della Salute in mano alla cabina di regia, sono Sicilia, Provincia autonoma di Bolzano e Calabria a registrare il valore più alto dell’incidenza di casi di Covid-19. In dettaglio, la Sicilia annota un’incidenza pari a 79,5 per 100 mila abitanti, la Provincia autonoma di Bolzano un’incidenza pari a 70,6 per 100 mila abitanti e la Calabria un’incidenza di 63,6 per 100 mila abitanti. Per quanto concerne l’occupazione di posti letto, Calabria e Sicilia in area medica raggiungono rispettivamente il 18,5% e il 17,3%. In terapia intensiva, invece, i dati più elevati sono quelli di PA di Bolzano (11,3%), Sicilia (10,7%) e Marche (9,6%).



© RIPRODUZIONE RISERVATA