Cagliari, donna uccisa a coltellate: arrestato fratello/ Il movente: lite su eredità?

- Silvana Palazzo

Cagliari, una donna di 55 anni è stata uccisa a coltellate in casa: arrestato fratello. Il movente dell’omicidio forse legato alle liti su eredità

incidente_omicidio_carabinieri_3_lapresse_2017
Carabinieri (LaPresse)

Un altro femminicidio, stavolta a Quartu Sant’Elena, nell’hinterland di Cagliari. Una donna è stata uccisa a coltellate durante nella notte nella sua abitazione. Il delitto è avvenuto intorno alla mezzanotte di ieri nella casa di via Europa, dove la 55enne viveva per assistere l’anziana madre e dove abitava anche il fratello di 52 anni. Proprio quest’ultimo è stato arrestato per l’omicidio. Massimiliano Mallus si aggirava in stato confusionale per le strade di Quartu Sant’Elena. Alcune persone lo hanno visto in via Belgio e hanno subito allertato le forze dell’ordine, visto che era ricercato. Sul posto sono intervenuti i medici del 117 e i carabinieri. Come riportato da Repubblica, l’uomo è stato trasferito all’ospedale Brotzu dove è piantonato dai militari, in stato di fermo. Riguardo al movente, dovrebbe essere riconducibile alle discussioni e liti che Susanna, la vittima, aveva con il fratello per questioni di eredità.

CAGLIARI, DONNA UCCISA A COLTELLATE: ARRESTATO FRATELLO

Da una prima ricostruzione del maggiore dei carabinieri di Quartu Sant’Elena, Valerio Cadeddu, è stato il compagno della vittima, che viveva lontano da Susanna, a dare l’allarme. L’uomo aveva sentito la donna preoccupata per l’ultima violenta lite con suo fratello. Aveva anche udito le urla in sottofondo, poi a tarda sera aveva provato invano a raggiungerla al telefono. Preoccupato, ha chiamato i carabinieri che con un sopralluogo hanno fatto la macabra scoperta. Nell’abitazione hanno trovato il cadavere a terra in una pozza di sangue. Il fratello ha usato un coltello come arma per uccidere la donna, ma non è stato ancora trovato. Poco distante alla scena del delitto l’anziana madre, che però non era in grado di comprendere la situazione e di agire. Sul posto sono poi arrivati anche i carabinieri del Nucleo investigativo del comando provinciale di Cagliari, il pm Sandro Pili e il medico legale Roberto Demontis. Subito sono scattate le ricerche del fratello, trovato nella tarda serata di oggi.



© RIPRODUZIONE RISERVATA