Pradè a Roma per Cicinho: è la volta buona?

- La Redazione

Intrigo Heinze: Real o Liverpool. Nel Milan borbotta Brocchi: Emerson un concorrente in più. Lazio: Peruzzi smentisce il rientro, nuove speranze per Carrizo. Lippi-Tottenham, solo una voce?

Cicinho_FN1

Meno di dieci giorni alla fine del mercato estivo. Questi i movimenti delle
ultime ore:

Emerson-Milan: finalmente!

Si conclude uno dei tormentoni degli ultimi
giorni. Dopo annunci e smentite, finalmente è ufficiale: Emerson Ferriera è un
giocatore del Milan. L’annuncio definitivo, giunto nella serata di ieri, pone
fine ad una trattativa lunga ed estenuante con il Real Madrid. Ai “galacticos”
vanno 5 milioni di euro, al Puma 3,5
a
stagione, un milione e mezzo in meno di quanto
percepito indossando la camiseta blanca. Soddisfatto Galliani, volato a
Madrid per la firma del contratto: «Una garanzia, ora siamo ancora più
brasiliani». Emerson è atteso a Milano nel primo pomeriggio: domani visite
mediche e presentazione alla stampa. Capello, intanto, si complimenta con la
società rossonera, definendo il brasiliano un ottimo acquisto e smentendo la
notizia secondo cui il Puma soffra di pubalgia. Intanto Brocchi si lamenta: un
concorrente in più

Ibra snobba il Real: «Non c’è un club migliore dell’Inter»

Stoppate sul nascere le voci che parlavano di un forte interessamento del
Real per Ibrahimovic. Lo svedese chiude immediatamente ogni spiraglio a questa
eventualità. «All’Inter sono contento, è la soluzione migliore per me e la mia
famiglia». Il nuovo nome potrebbe essere però quello di Adriano, che dopo la
tribuna in Supercoppa potrebbe avvicinarsi al Real.

Roma-Cicinho: è la volta buona?

Viene-non viene, viene-non viene… quella tra la Roma e Cicinho è una delle
trattative più complesse dell’intera sessione estiva del calciomercato. Nelle
ultime due settimane, ogni giorno pareva buono per chiude l’affare, salvo poi
le smentite e il brusco allontanamento delle due parti in causa. Oggi nuovo
stop: la sparata di Calderon («Voglio 15 milioni») ha di nuovo cambiato le
carte in tavola. Il Real ha offerto Cicinho e 20 milioni al Chelsea per avere
Robben, e la Roma
ha cominciato a guardarsi intorno, sondando il terreno per Miguel del Valencia. Ma
poco fa il ds Pradè è partito per Madrid per chiudere l’affare: ce la farà?

Juve: presto il rinnovo di Del Piero, via Zalayeta e Blasi

Per la firma sul rinnovo del contratto di Pinturicchio, in scadenza il 30
giugno 2008, è solo questione di giorni, ma non dovrebbe esserci alcun
problema. Ennesimo e definito no al Sunderland per Chiellini. Intanto, la Juve snellisce la rosa: Blasi
e Zalayeta sono stati infatti ceduti in comproprietà al Napoli. I bianconeri
hanno ricevuto due milioni e mezzo di euro per Blasi e uno e mezzo per il Panteron.
Due grandi colpi per la società di De Laurentiis, che rinforza così
notevolmente la rosa a disposizione di Edy Reja. In casa Juve, mentre i tifosi
chiedono a gran voce un nuovo colpo in difesa e Capello consiglia il ritorno di
Cannavaro, Blanc: annuncia: «Mercato chiuso, siamo a posto così. Rispetto a
Milan e Inter non siamo inferiori, solo meno affiatati».

Smentita Peruzzi: «Non torno a giocare con la Lazio»

Ieri
la bomba: Peruzzi pronto a tornare in campo, con la Lazio. Oggi subito la
smentita del portierone. La buona notizia è che per il passaporto di Carrizo
potrebbero bastare tre-quattro giorni. Alternative: lo svizzero Benaglio e
l’uruguagio Muslera.

Il mercato italiano: Cacìa a Firenze. Grande attesa per gli ultimi colpi

Ennesimo colpo della società viola: acquistato Cacìa, classe ’83, dal
Piacenza. Giovane attaccante su cui puntare ad occhi chiusi. Cacìa resterà a
Piacenza fino a gennaio, per poi sbarcare alla corte di Prandelli. Di Natale,
dopo la rottura con l’Udinese, è inseguito da West Ham e Manchester City. Salta
l’acquisto di Franceschini da parte dell’Atalanta, poiché il difensore non ha
passato le visite mediche. Anche per questo, sfuma il passaggio di Bellini al
Palermo. Il Genoa punta Ciuffi, il Catania cerca un poker: Danilevicius, Cesar,
Matteini e Brienza. Riganò, sfumato il passaggio al Levante, è vicino al
Livorno. Per Recoba, richieste dal Qatar. Più concrete le possibilità Parma e
Torini, anche se l’uruguaiano ha affermato: «Vado via solo per una grande
squadra». Il Chievo annuncia: Obinna resta con noi. Zamparini pessimista su
Amelia: difficile il suo arrivo.

Il mercato estero: valigie pronte per Riquelme e Anelka. E Lippi…

Il Real Madrid, interessato anche ad Huntelaar, vuole Milito: il Saragozza
chiede 25 milioni, il Real tenta di abbassare il prezzo inserendo Julio
Baptista e Javi Garcia. In Spagna danno per fatto Feinze ai galacticos, ma l’argentino smentisce
seccamente: voglio solo il Liverpool. Lo United, però, non vuole cederlo ad una
diretta concorrente: la querelle potrebbe
concludersi davanti all’Arbitrato Fifa.

Il Manchester City di Eriksson, capolista a sorpresa di Premier League, non
si ferma: dopo il grave infortunio di Bojinov, si punta ad Anelka (richiesto
anche dal West Ham e Portsmouth). Pronti 15 milioni di euro, più 4 annui al
giocatore per il suo ritorno al City. In porta, Eriksson si vuole affidare alla
scuola italiana: Cudicini o Amelia. Idea Maresca per il centrocampo.

Indiscrezione clamorosa: pare che il Tottenham abbia offerto la panchina di
Jol a Lippi. Se il mister mondiale rifiuta l’ennesima offerta, in corsa anche
Redknapp e Ramos, attualmente al Siviglia, che però ha già ringraziato e
declinato l’invito. West Ham,

L’Amburgo ha rifiutato anche l’ultima offerta del Valencia per Van der
Vaart, dicendo no a 27 milioni di euro.

In Francia, Wiltord, castigatore dell’Italia ad Euro 2000, firma un biennale
con il Rennes.

Tottenham, Atletico Madrid e Boca Juniors su Riquelme.

(A.R.)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori