Inter, spettacolo e brividi. Le pagelle di Inter – Palermo (5-3)

- La Redazione

I nerazzurri dominano il primo tempo, fanno rientrare i siciliani nella ripresa per poi chiudere con il rientrantre Milito

Inter-Palermo 5-3 (4-0)

Marcatori: 7′ Eto’o su rig. (I), 34′ Balotelli (I), 42′ Balotelli (I), 44′ Eto’o (I), 49′ Miccoli, 61′ Hernandez, 67′ Miccoli, 83′ Milito.

INTER (4-3-1-2) : Julio Cesar; Maicon, Samuel, Cordoba, Chivu (46′ Santon); Zanetti J., Cambiasso, Muntari; Stankovic; Eto’o (74′ T.Motta), Balotelli (48′ Milito). A disp: Toldo, Lucio, Santon, Vieira, Mancini, T.Motta, Milito. All. Mourinho.

PALERMO (3-4-1-2): Sirigu; Kjaer, Goian, Migliaccio; Cassani, Simplicio (85′ Nocerino), Bresciano, Melinte (46′ Hernandez); Pastore (84′ Bertolo); Miccoli, Cavani. A disp: Brichetto, Morganella, Bertolo, Blasi, Nocerino, Succi, Hernandez. All. Zenga.

Arbitro: Tagliavento. Ammoniti: 36′ Chivu, 38′ Goian, 86′ Bertolo.

Julio Cesar 5,5: primo tempo tranquillo, con nessun intervento degno di nota. Secondo tempo vibrante con tre gol incassati, sul terzo gol forse poteva fare di più.

Chivu 6,5: finchè c’è lui a sinistra, il Palermo non sfonda.

Samuel 5,5: meno imperioso rispetto al solito, si lascia infilare da Miccoli in due circostanze.

Cordoba 5,5: non offre la stessa prestazione come contro il Catania, anche lui balla pericolosamente nel secondo tempo.

Maicon 8: assolutamente devastante, il migliore della partita. Una spina costante per la difesa rosanero, si beve gli avversari ed offre a Milito l’assist per il quinto gol nerazzurro.

Zanetti J. 6,5: prestazione “monotona” del capitano nerazzurro, solita grinta e solito cuore in mezzo al campo.

 

Cambiasso 7: quando c’è da sradicare il pallone usa la sciabola, quando c’è da ricamare usa il fioretto. Indispensabile nel centrocampo nerazzurro.

 

Muntari 6,5: conferma il suo buon momento di forma, con lanci calibrati sia per Eto’o nel primo tempo, che per Milito nel secondo.

 

Stankovic 6: meno travolgente rispetto alle altre volte, conferma che il ruolo di trequartista non gli fa fare i salti di gioia.

 

Balotelli 7,5: due gol, un assist vincente per Eto’o, rigore procurato e tante giocate di qualità. Tutto questo in soli 45′ minuti, e peraltro in non perfette condizioni. Ripetiamo, quando gioca libero mentalmente è di un’altra categoria.

 

Eto’o 7: prima doppietta nel campionato italiano per il camerunense. Il primo su rigore, il secondo a conclusione di una bella azione di Balotelli. Il contorno della partita è fatto del solito lavoro di sacrificio. Esce nel secondo tempo per il riacutizzarsi del problema al piede.

Santon 5,5: spinge, forse anche troppo, dimenticandosi di presidiare la fascia di competenza. Deve giocare tranquillo e senza la voglia di strafare.

 

Milito 6,5: ritorna in campo dopo l’infortunio, si vede che non è ancora al meglio, ma appena ha l’assist giusto la mette in rete. Centravanti straordinario.

Thiago Motta 6 Rientra dall’infortunio e partecipa allo spettacolo del posticipo

 

Mourinho 6,5: partita iniziata alla grande, con un primo tempo strepitoso. Nel secondo tempo i giocatori nerazzurri si rilassano troppo, ridando speranza al Palermo.

Sirigu 6; Kjaer 5,5; Goian 5; Migliaccio 5; Cassani 6; Simplicio 5,5; Bresciano 5; Melinte 4,5; Pastore 6,5; Cavani 6; Miccoli 7,5; Hernandez 7; Zenga 5,5.

 

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori