ESCLUSIVA SCHERMA/ Valentina Vezzali si racconta: la medaglia più bella, il sorriso di mio figlio

- La Redazione

VALENTINA VEZZALI, la storia della scherma italiana al femminile, racconta i mondiali al via oggi in Turchia. E rivela come darà il massimo per centrare l’ennesima medaglia

Vezzali_R375_30set09

Valentina Vezzali, pluricampionessa della scherma azzurra si racconta, in esclusiva per ilsussidiario.net, nel giorno del via ai Mondiali in Turchia.

Dopo tanti successi è ancora sulla cresta dell’onda, a cosa vuole puntare?

Dopo tanti anni di scherma e di competizioni, sicuramente non è semplice trovare gli stimoli per andare avanti ma il mio segreto è la mia voglia di superare sempre i miei limiti e cercare sempre di raggiungere caparbiamente gli obbettivi che mi prefiggo.

Magari portabandiera dell’Italia alle Olimpiadi di Londra?

Londra è ancora lontanissima, per il momento preferisco pensare ai prossimi impegni che non sono certo meno importanti , infatti oggi inizieranno i mondiali e cercherò di fare il massimo con tutte le mie forze.

Ai mondiali punti a confermare l’oro di Pechino?

I mondiali sono una gara molto particolare, tutte sono ad altissimi livelli e non si può dare niente per scontato, l’unica cosa certa è che ci metterò anima e corpo come sempre.

Una carriera fantastica, degna dei grandi dello sport. Le manca ancora qualcosa, dove trova la forza per unire il lavoro di moglie, mamma e atleta?

Se pensassi di aver avuto già tutto dalla vita probabilmente significherebbe aver perso la volontà di mettermi in discussione, cosa che faccio quotidianamente e che è indispensabile per andare avanti… far combaciare gli impegni di mamma, moglie ed atleta di alto livello non è affatto semplice ma l’affetto della mia famiglia mi dà l’energia per farcela e direi che ad oggi funziona!

Un giudizio sulle prospettive della squadra azzurra per i prossimi Mondiali

Partiamo sicuramente tra le favorite, come ha dichiarato anche il nostro presidente federale Scarso,  ma niente è mai detto e noi non prendiamo sotto gamba nessuna delle nostre avversarie.

Quali sono le avversarie che teme di più?

Ce ne sono tantissime forti ….. difficile dire chi….

Qual è il segreto delle sue incredibilli vittorie?

Sicuramente il mio successo è legato sia alla mia famiglia che da anni mi sostiene sia allo staff  che mi segue e al Maestro Giulio Tomassini. Io posso solo dire che il mio impegno e la mia concentrazione sono al massimo.

 

Un consiglio per chi da piccolo vuole fare scherma e diventare una campione come lei?

Specialmente per i bambini che iniziano prendere la scherma come quello che è in realtà , un gran bel gioco…

Quali sono i personaggi sportivi che ammira di più?

Ce ne sono veramente tantissimi e nominarne alcuni piuttosto che altri sarebbe difficile, posso solo dire che l’Italia ha una tra le tradizioni sportive più longeve e vincenti della storia e questo è merito di tutti i grandi campioni che si sono succeduti da molti anni a questa parte, spero di essere ricordata anche io quando non sarò più in attività…

 

Qual’è il suo rapporto con Jesi e la sua terra, le Marche? Com’è Valentina fuori dal mondo della scherma?

Il mio rapporto con la mia città è fantastico, io la adoro e appena posso torno a casa perché mi manca moltissimo, ho sempre vissuto a Jesi e le Marche sono la mia terra…. non potrei mai farne a meno! Fuori da scherma, palestra, tuta e fioretti… Valentina è una mamma normale, faccio la donna di casa, accompagno Pietro all’asilo, lo vado a prendere… insomma faccio tutto quello che fanno le altre mamme, devo solo incastrare tutti gli altri impegni nella mia giornata ma il sorriso di mio figlio quando torno a casa mi ripaga di tutti i miei sforzi.

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori