PAGELLE/ Roma – Chievo (1-0): le pagelle

- La Redazione

Daniele De Rossi firma la vittoria della Roma. Nel match finito 1-0 per i giallorossi, ha giocato anche Luca Toni per 90 minuti

toni_roma_azione_10gen10

LE PAGELLE DI ROMA CHIEVO – Daniele De Rossi firma la vittoria della Roma. Nel match finito 1-0 per i giallorossi, ha giocato anche Luca Toni per 90 minuti. Ecco le pagelle

Doni 5: Un ritorno sfortunato e maldestro. Meno di dieci minuti in campo, peraltro non valutabili, ma un’ingenua uscita con le mani fuori area gli procurerà l’espulsione e i fischi del pubblico.

Lobont 6,5: E’ stato chiamato in campo senza preavviso per giocare una partita (quasi) intera. Il romeno si è difeso bene, respingendo un paio di volte palloni insidiosi e intervenendo in uscita quando opportuno. Disponibile e reattivo.

Cassetti 6: Stilisticamente non impeccabile, ma ci mette tanta volontà e prova a districarsi tra recuperi difensivi ed infiltrazioni in attacco. I suoi inserimenti offensivi aumentano nel secondo tempo e, in finale di partita, scaccia via palloni pericolosi.

Burdisso 6: Anticipa e recupera quando opportuno. Qualche momento di confusione generale in difesa ma nessun pericolo eccessivo per un reparto a cui l’argentino ha dato un buon contributo.

Juan 7: Impeccabile negli interventi. Il più delle volte pulito nei contrasti e pronto a fermare gli avversari. Il verdeoro si conferma un centrale fortissimo, affidabile e anche molto elegante. Che Dio lo mantenga in perfetta salute!

Riise 6: L’addetto ai calci di punizione era lui, sempre pronto a scagliare il suo tiro molto potente, non sempre preciso. Difesa non perfetta: si è fatto prendere alla sprovvista in qualche occasione. Ma ha anche corso sulla fascia provando per dar man forte agli inserimenti offensivi dei compagni.

Taddei 6,5: Nel primo tempo gioca con grande tonicità: in difesa recupera, contrasta a centrocampo e gioca molto in proiezione offensiva. Lancia i compagni, passa crossa e va al tiro, sfiorando il gol. Nella ripresa un po’ più in affanno ma ampiamente positivo.

 

De Rossi 7: Il suo gol è decisivo ed è anche molto bello. Capitan futuro è protagonista di una bella prestazione: ordina il gioco a centrocampo, esce bene dalla difesa, cercando sempre di innescare preziose azioni offensive.

 

Pizarro 6,5: Organizza le ripartente e le azioni per l’attacco, gestisce i palloni che scottano anche se, in più d’una occasione, perde palla. Il sudamericano gioca con grande grinta e intelligenza. Peccato per il rigore sbagliato.

 

Perrotta 6,5: Corre molto, ma questa non è una novità. In attacco prova ad assistere Toni, serve i compagni per le azioni offensive e va al tiro, senza fortuna. Non sempre impeccabile, contrasta con grande energia dove e quando può. Ci mette sempre il cuore.

 

Vucinic s.v. : Il mister ha deciso di sacrificarlo per sopperire all’espulsione di Doni. Per quei pochi minuti di gioco, il montenegrino ha comunque provato a rendersi utile tra centrocampo e attacco.

 

Toni 7: Gli occhi dell’Olimpico erano puntati tutti su di lui. Toni ha lottato in attacco per 90 minuti interi, spesso isolato, ma comunque pronto a colpire di testa (sfiorando il gol) e a dialogare con i (pochi) compagni che arrivavano a supporto. E’ stato bersagliato in ogni modo dagli avversari, subendo i più svariati falli, ma ha comunque fatto possesso palla e poi si è procurato un rigore. Buona la prima.

 

Brighi 6: Organizza il gioco a centrocampo senza troppe difficoltà, il secondo tempo scorre via abbastanza tranquillo.

 

Baptista s.v. : Una manciata di minuti, accolti da fischi, dopo la deludente prestazione di Cagliari. La Bestia è utile nel recupero finale per tenere la palla il più lontano possibile dalla metà campo giallorossa.

 

Ranieri 6,5: I suoi ragazzi tornano a vincere, confermandosi in piena corsa Champions. Nel primo tempo i giallorossi hanno sofferto gli attacchi del Chievo, mentre nella ripresa hanno guadagnato maggiore fluidità, seppur tra diverse imperfezioni. Ranieri ha fatto bene le sue mosse e ha dato fiducia a Toni. 90 minuti sacrosanti.

 

(Marco Fattorini)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori