ROMA/ Bossi chiede scusa. E a Milano nasce il Roma Club dei professionisti

- La Redazione

Il Senatùr ritratta dopo il caso mediatico del famoso SPQR da lui storpiato. Nel frattempo giornalisti e manager danno vita un Roma Club in salsa milanese

Duomo_colosseo_R375

Dal Colosseo al Duomo, andata e ritorno. Il tutto in pochi giorni ma con una mole di pensieri, parole e reazioni che hanno monopolizzato pagine di giornali e servizi televisivi. L’ennesima querelle Roma-Milano è stata innescata da una battuta di Umberto Bossi che, dal palco di una manifestazione, ha scandito a modo suo il celebre S.P.Q.R. (Senatus Populusque Romanus), emblema dell’impero Romano e tutt’oggi simbolo del comune di Roma. “Sono porci questi romani” è la reinterpretazione in chiave ironica (?) che ha fatto infuriare Roma e dintorni. Perfino i calciatori giallorossi sono scesi in campo per difendere la città dove si allenano e da cui quotidianamente ricevono genuine dosi di calore popolare.

E se Totti ha invitato Bossi a fare “questi bei discorsi su Roma e i romani anche davanti al Colosseo o sotto la Curva Sud”, il suo collega Jeremy Menez, interpellato dalle Iene, non ha usato mezzi di termini, dichiarando che il Senatùr “non capisce un c….”. Nella giornata di giovedì sono però arrivate le scuse di Umberto Bossi che, ribadendo si trattasse solo di “una battuta”, ha fatto mea culpa. “Chiedo scusa ai cittadini se ho offeso qualcuno”, anche se, sottolinea il leader della Lega, “sulle mie parole ci sono state strumentalizzazioni politiche, sono stato impiccato per una frase”.

 

A gettare acqua sul fuoco è giunto anche il lieto annuncio di un nuovo Roma Club in terra padana. Nella Milano della Lega e delle superpotenze calcistiche muove i suoi primi passi "Arena Giallorossa", associazione che riunisce i tifosi romanisti che lavorano all’ombra del Duomo, lontani da Colosseo e stadio Olimpico. Parliamo di giornalisti, manager e uomini attivi nel mondo della finanza. Tra i fondatori dell’avamposto giallorosso figurano Maurizio Abet (direttore comunicazione corporate e media di Pirelli), Alessia Cruciani (giornalista della Gazzetta dello Sport), Federico De Rosa (giornalista economico del Corriere della Sera), Fabio De Rossi (vicedirettore del Mondo), Davide Greco (fondatore di Accento comunicazione di impresa), Alessandro Plateroti (vicedirettore del Sole 24 Ore, che sarà il Presidente) e Fabrizio Plateroti (capo della regolamentazione della Borsa Italiana).

 

Il club, il cui intento è quello di "promuovere i valori della As Roma a Milano tramite l’organizzazione di incontri e iniziative di vario genere tra gli associati", ha registrato anche l’adesione di Giuseppe Di Piazza (direttore di Sette) e Nicola Capodanno (Ansa). Da ultima la benedizione di Francesco Totti che si dichiara "felice" e ricorda ai giallorossi di Lombardia che "essere romanisti a Milano vi rende unici come la nostra Roma e anche se in minoranza rispetto ai tifosi del Milan e dell’Inter siete e sarete sempre i migliori". Dal Colosseo al Duomo, il tragitto è più breve di quanto sembri.

 

(Marco Fattorini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori