PAGELLE/ Parma-Milan (0-1): i voti, la cronaca e il tabellino

- La Redazione

Un ottimo Milan piega il Parma con una prodezza balistica di Andrea Pirlo di rara bellezza

Pirlo_R375_29gen09_phixr
Andrea Pirlo (foto Ansa)

Un ottimo Milan piega il Parma con una prodezza balistica di Andrea Pirlo di rara bellezza. In questa frase si può sintetizzare la partita del Tardini, risolta al 26′ del primo tempo con un eurogol di Pirlo talmente grandioso da stupire persino El Gaucho di Porto Alegre, Ronaldinho, che pure di magie se ne intende. Se non ci fosse stata la stoccata di Pirlo ad abbattere il Parma, però, difficilmente i rossoneri sarebbero riusciti a battere un Mirante davvero in grandissima serata. C’e’ anche materia per i moviolisti per un intervento nel primo tempo di Nesta ai danni di Crespo: un rigore negato al Parma? In attesa di questa sentenza e delle partite di domani, il Milan scavalca e va in testa alla classifica a 11 punti. Durerà?

Nel primo tempo il Milan parte forte e cerca anzitutto di affidarsi alle magie di Ibrahimovic. Gattuso si danna l’anima, ma il suo è un fuoco che si spegne presto. La prima occasionissima è però del Parma, al dodicesimo: bel cross di Marques, sponda di Angelo e regalo di Hernan Crespo capace di colpire male di testa un pallone davvero invitante a due passi da Abbiati. Il Milan soffre la profondità di Crespo e cerca di verticalizzare per Ibrahimovic che un po’ in versione punta, un po’ in versione assist-man mette lo zampino in tutte le azioni rossonere. Al 23′ arriva puntuale l’ammonizione per Gattuso. Di lì a poco la magia. Da 38 metri Pirlo trova un tiro incredibile che si insacca laddove è impossibile per un portiere arrivare: Mirante – che sarà perfetto per tutta la gara – deve inchinarsi, e il “mamma che gol” detto da Ronaldinho è la miglior descrizione di un tiro da vedere e rivedere. Ibrahimovic ci prova in altre due occasioni, anche Robinho cerca di metterci la firma, ma non è ancora il suo momento. Finisce così il primo tempo: tre ammoniti, un gol da cineteca e Mirante migliore in campo.

La ripresa non è al livello del primo tempo, le squadre lottano molto ma non ci sono occasioni limpide. Spazio ai cambi (sia Marino che Allegri li effettuano tutti) e anche i nuovi entrati si mettono in mostra. Nel Milan dentro Abate, Boateng e Pato, negli emiliani Dzemaili (impegnerà severamente dalla distanza Abbiati nel finale) Valiani e Bojinov. Al 36′ forse l’azione gol più limpida capita sui piedi di Ronaldinho, ma l’attaccante spreca malamente. Anche in questo secondo tempo i colleghi della moviola avranno materiale per due contatti sospetti, uno per parte, proteste contenute, più che altro di marca Parma. Altri tre ammoniti e la partita finisce così: Pirlo abbatte il Parma 1-0.

 

PARMA-MILAN 0-1 (primo tempo 0-1)

 

MARCATORE: 26′ pt Pirlo

 

PARMA (4-2-3-1): Mirante; Zaccardo, Paci, Lucarelli, Antonelli; Morrone (6’st Dzemaili), Gobbi; Angelo (21’st Bojinov), Candreva (1’st Valiani), Marques; Crespo. (Pavarini, Paletta, Dellafiore, Pisano). All.: Marino

 

MILAN (4-3-3): Abbiati; Zambrotta, Nesta, Thiago Silva, Antonini (26’st Abate); Gattuso (32’st Boateng), Pirlo, Seedorf; Robinho (27’st Pato), Ibrahimovic, Ronaldinho. (Amelia, Yepes, Flamini, Inzaghi). All.: Allegri

 

ARBITRO: Orsato

 

Ammoniti Angelo, Antonini, Gattuso, Ibrahimovic, Boateng, Paci.

 

Angoli 4-4. Recupero: 2′ e 5′.

 

 

Milan

 

Abbiati 6,5 Gara impeccabile, sempre preciso mai una sbavatura  

 

Zambrotta 5 Non è serata. Marques lo brucia quando vuole e dopo l’entrata di Abate si sposta sulla sinistra. Anche lì soffre le discese di Zaccardo  

 

Nesta 6 Ordinaria amministrazione gestita con tranquillità e intelligenza  

 

Thiago 6,5 Continua il momento positivo del difensore brasiliano. Annulla Crespo e blocca in ogni modo le folate offensive dei ducali  

 

Antonini 5,5 Parte male beccandosi dopo pochi minuti un giallo. Cresce con il passare del tempo ma forse Allegri da lui vorrebbe più spinta sulla fascia. Al suo posto entra Abate s.v  

 

Gattuso 6 Lotta, si fa vedere in area e si rende pericoloso in un paio di occasioni. Al suo posto Boateng s.v  

 

Pirlo 7,5 La sua magia vale il prezzo del biglietto. Prende per mano la squadra e dai suoi piedi parte ogni azione rossonera  

 

Seedorf 6,5 Dopo la Champions promosso anche in campionato. Corre, spinge, contrasta: cosa chiedergli di più?  

 

Robinho 5 E’ generoso, sempre presente nelle ripartenze offensive ma sbaglia troppi e tanti passaggi  

 

Ronaldinho 6,5 Quando decide di giocare nessuno riesce a fermarlo. Mirante gli nega la gioia del gol con una super parata. Il riposo sembra avergli giovato…  

 

Ibrahimovic 5,5 Nel primo tempo ha 3 occasioni nella stessa azione per raddoppiare ma sbaglia clamorosamente. Ogni tanto pensa di risolvere lui la gara ma stasera le sue giocate non sono efficaci.

 

 

Parma (4-2-3-1): Mirante 7.5, Zaccardo 5, Paci 5.5, Lucarelli 6, Antonelli 5, Gobbi 5.5, Morrone 6 (6′ st Dzemaili 6.5), Angelo 6 (21′ st Bojinov 6), Candreva 6 (1′ st Valiani 6.5), Marques 6.5, Crespo 5.5.

 

All.: Marino 6.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori