ESCLUSIVA CALCIOMERCATO/ Brescia idea Zola ma lui preferisce la Premier

- La Redazione

L’ex tecnico del West Ham gioca a golf, si aggiorna, e aspetta una chiamata dall’Inghilterra

zolaR375_22set08

ESCLUSIVA CALCIOMERCATO – Giornate difficili in casa Brescia per Beppe Iachini che rischia l’esonero a causa degli scarsi risultati che sono seguiti a un avvio sprint. Se stasera nella gara di Coppa Italia contro il Cittadella dovesse arrivare un risultato negativo, l’esonero sarebbe immediato. Altimenti tutto rimandato alla gara di domenica contro il Napoli. Nella città della Leonessa cominciano a circolare già i primi nomi dei possibili sostituti e in cima c’è quello di Gianfranco Zola. Il rapporto con Gianluca Nani è di amicizia fin dai tempi del West Ham e più volte i due si sono visti fare coppia fissa al Rigamonti, suscitando anche qualche commento negativo da parte dei fedelissimi di Iachini.

L’ex ds degli Hammers, che a breve dovrebbe ritornare ufficialmente in società dopo la consulenza di questi mesi, starebbe spingendo per far accettare all’amico Gianfranco la sfida Brescia. Anche il presidente Corioni avrebbe dato un suo ok di massima, addirittura arrivando a spendere una cifra importante pur di salvare i biancazzurri e non far ritorno nel purgatorio della B. Ma Zola al momento avrebbe altri progetti…

CALCIOMERCATO ZOLA AL BRESCIA? CONTINUA, CLICCA QUI SOTTO

Mosse ufficiali non ci sono ancora state ma l’ex giocatore del Chelsea preferirebbe ritornare ad allenare in Premier. C’è da dire anche che Zola sta prendendo un periodo di riposo dopo le fatiche dell’ultimo anno con il West Ham che è stato particolarmente stressante. Lo si è visto giocare con Edoardo Molinari a golf in Scozia e sta utilizzando questo periodo di pausa lavorativa per studiare, riposare e attendere la chiamata giusta. Un po’ come capitato lo scorso anno Roberto Mancini. Nani, siamo certi, tornerà all’attacco, ma riceverà un garbato quanto rispettoso: «No, grazie». E il Brescia dovrà ripiegare su altri disoccupati di lusso come Novellino, Beretta o De Biasi. Zola invece resterà un sogno. Salvo clamorosi e inaspettati ripensamenti…

 

(Francesco Montini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori