CALCIOMERCATO/ Milan, è Pirlo-dipendenza e pensare che il Chelsea…

- La Redazione

Il club londinese fu ad un passo dal prelevare il regista bresciano nell’estate del 2008

Pirlo_R375_29gen09_phixr
Andrea Pirlo (foto Ansa)

CALCIOMERCATO MILAN – Passano le stagioni, cambiamo i moduli, gli allenatori, ma nel Milan il perno fisso del gioco rimane sempre lo stesso. Stiamo parlando naturalmente di Andrea Pirlo, giocatore insostituibile dello scacchiere rossonero. Ancelotti lo ha scoperto, creando il miglior regista al mondo, Leonardo lo ha utilizzato sempre e lo stesso sta facendo mister Allegri.

Le sue geometrie sono sopraffine e a volte, quando tira da fuori (leggasi Parma), c’è anche il “rischio” di vedere qualche magia. Un Milan Pirlo-dipendente. Un Pirlo che stazione nella cabina di regia, davanti alla difesa, precisamente dal 18 agosto del 2002, una sera estiva in cui andò in scena un Trofeo Berlusconi vinto dal Milan. Da allora il binomio Diavolo-Pirlo ha totalizzato due Champions, uno scudetto, due Supercoppe europee, un Mondiale per club e una Coppa Italia.

Una settimana, quella da poco conclusa, corollata con una grandissima rete ma iniziata con un assist al bacio per Seedorf all’Amsterdam Arena che ha dato il “la” alla rete di Ibrahimovic. E pensare che un anno e mezzo fa, durante la turbolenta estate 2008 caratterizzata dagli addii in serie di Ancelotti, Kakà e Maldini, Andrea Pirlo fu ad un passo dallo svestire la casacca rossonera per seguire il suo maestro a Londra. I contatti con il Chelsea sembravano ben avviati ma alla fine il regista bresciano è rimasto all’ovile, scegliendo il cuore, un cuore rossonero.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori