CALCIOMERCATO/ Inter Milan, Roma chiara: nessuno tocchi Borriello

- La Redazione

Dai tifosi alla società: il caso di un suo ritorno in Lombardia si è chiuso in poche ore

borriello_derossi_R400_7nov10
Marco Borriello, attaccante Roma (Foto Ansa)

Marco Borriello patrimonio della romanità calcistica. Questa ed altre definizioni potrebbero sciorinarsi per il bomber campano che nelle ultime ore è stato, con sorpresa di tifosi e giornali, accostato a Inter e Milan. “Ma perché dovrebbe tornare a Milano dopo che ci è stato ceduto neanche tre mesi fa?” , questa la domanda di centinaia di supporters romanisti, esterrefatti quanto turbati dalle indiscrezioni di calciomercato. E in effetti l’allarmismo creato intorno al bomber (7 gol in 15 gare con la Roma) si è rivelato privo di fondamento.

Borriello è arrivato a Roma in prestito con riscatto obbligatorio fissato per giugno a 10 milioni, forte di un contratto senza “alcuna clausola che preveda la possibilità di un suo ritorno a Milanello”. Parola di Gian Paolo Montali che ha poi rasserenato gli animi ribadendo la posizione della società giallorossa: “siamo contenti di lui e ce lo teniamo stretto”. Le sue panchine contro Basilea e Juventus ma anche la presenza dell’attaccante a San Siro per seguire il derby di Milano erano state interpretate come segnali di un suo possibile divorzio. Presupposti per un’ imminente partenza che, nei fatti, non è mai stata contemplata.

Dopo alcune ore di panico e incredulità da parte dei tifosi (sul web come al bar), il cielo è tornato a schiarirsi su Trigoria e sul presente-futuro di Marco Borriello che, tra l’altro, è il calciatore giallorosso più utilizzato in campionato con 843 minuti all’attivo. "Ormai è un giocatore della Roma", ha ribadito l’a.d. rossonero Adriano Galliani chiudendo una volta per tutte il caso-Borriello che, forse, caso non era.

 

(mar.fat.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori