NUMERI CHAMPIONS LEAGUE / Sintesi, gol, assist delle partite di ieri: Milan e Roma in cielo (o quasi), l’Arsenal rischia

- La Redazione

Il riassunto della 5° giornata di coppa Campioni: Milan già qualificato, Roma a un passo dagli ottavi

ibrahimovic_milan_R400_18ott10
Ibrahimovic (Ansa)

Gol, assist e tabellini – La prima delle due serate valide per la 5° giornata di Champions League ha regalato gol e spettacolo. Ben 23 le reti, sette nel primo tempo e 16 nella ripresa nelle gare dei gruppi E, F, G, H.

Due i verdetti emessi dai 90 minuti di ieri: Milan e Marsiglia, rispettivamente nei gruppi G ed F, raggiungono Bayern Monaco, Chelsea e Real Madrid nel lotto delle squadre già qualificate agli ottavi.

Le altre tre squadre usciranno dall’ultimo turno: due dal gruppo H, il più equilibrato, dove l’Arsenal con due sconfitte consecutive sta rischiando di compromettere un passaggio del turno che sembrava già assodato. I londinesi (9 punti) dovranno stare attenti a Braga (9) e Shakthar Donetsk (12), che però si sfideranno tra loro in Ucraina l’8 dicembre, mentre la squadra di Wenger dovrebbe avere vita facile all’Emirates Stadium con il Partizan. Il gruppo H è anche l’unico dove c’è ancora lotta per il primo posto.

L’ultima squadra a qualificarsi per gli ottavi arriverà invece dal gruppo E. Tutti i tifosi italiani sperano sia la Roma (9 punti). Ai giallorossi basterà un punto a Cluj nell’ultima giornata per accedere alle fasi a eliminazione diretta. Se però il Basilea (6) non dovesse vincere a Monaco con il Bayern, allora Totti e compagni potrebbero anche permettersi di perdere il match in Romania.

Scorgendo i tabellini della giornata di ieri, balzano all’occhio le doppiette di Cristiano Ronaldo (Real Madrid), Matheus (Braga) e Gomez (Bayern), che avranno fatto la felicità di tifosi e allenatori del fantacalcio.

 

LE PARTITE:

 

Auxerre-Milan 0-2 Il Milan ipoteca la qualificazione agli ottavi di Champions con una prova convincente in terra francese. Dopo un primo tempo di controllo, i rossoneri escono alla distanza bucando per due volte il portiere Sorin nella ripresa. Il vantaggio milanista, al 19esimo del secondo tempo, porta la firma di Ibrahimovic, che raccoglie una corta respinta della difesa dell’Auxerre e scarica in rete un potentissimo tiro dal limite dell’area. Il raddoppio arriva al 90esimo con Ronaldinho: il brasiliano riceve palla da Robinho e pennella con il mancino una traiettoria imparabile che chiude la partita.

 

Roma-Bayern Monaco 3-2 Una Roma a due facce riesce a conquistare contro il Bayern tre punti fondamentali per il proseguo del suo cammino in Champions League. Nel primo tempo i tedeschi, praticamente già passati, gelano l’Olimpico per due volte in 5 minuti. Prima al 34’ e poi al 39’, sempre con Mario Gomez e sempre su assist di un ispirato Müller. Ranieri striglia i giallorossi, che escono dopo l’intervallo completamente rigenerati. La rimonta inizia con un gol di rapina di Marco Borriello, bravo a sfruttare lo spunto di Menez sulla destra. L’azione del pareggio è splendida: Vucinic pesca Riise sul lato sinistro dell’area, il norvegese guarda in mezzo e serve De Rossi che insacca da pochi metri. A 5 minuti dal termine, il ribaltone si completa con il calcio di rigore (concesso per fallo netto del portiere Butt su Borriello) trasformato da capitan Totti.

 

 

Chelsea-Zilina 2-1 Per 50 minuti si è gridato al miracolo a Stamford Bridge. Il modesto Zilina stava infatti vincendo contro la corazzata Chelsea, per giunta in trasferta. Merito del gol di Bello (ben servito da Jez) al 27esimo del primo tempo. L’euforia degli slovacchi è durata fino al 6’ del secondo tempo, quando Sturridge ha sfruttato un buco difensivo degli ospiti per battere da pochi passi l’ottimo Dubravka. Al 41’ del secondo tempo il gol partita dei Blues di Ancelotti: Anelka innesca Drogba, palla in mezzo per Malouda e buonanotte Zilina.

 

Spartak Mosca-Marsiglia 0-3 Il Marsiglia con un netto successo sullo Spartak conquista l’accesso agli ottavi di finale di Champions. La partita si sblocca nel primo tempo, quando Valbuena riceve palla da Heinze e con una fantastica girata indirizza la palla nel sette. Nella ripresa arrivano anche il secondo e terzo gol. Al 9’ è Remy, fortunato nel controllo, a battere Dykan con un diagonale dalla destra. Poi c’è gloria anche per Brandao, bravo a sfruttare un errore della difesa moscovita e a scaricare con il sinistro in fondo al sacco il pallone del definitivo 3-0.

 

 

Ajax-Real Madrid 0-4 Mourinho e il Real Madrid fanno un favore al Milan surclassando l’Ajax e regalando così ai rossoneri il passaggio del turno. A indirizzare la partita già nel primo tempo ci pensano Benzema e Arbeloa. Il francese al 36’ sfrutta al meglio un delizioso assist di tacco di Ozil per portare in vantaggio le merengues. Mentre lo spagnolo raddoppia prima dell’intervallo con una conclusione dalla lontanissima distanza che sorprende Stekelenburg. Nella seconda frazione di gioco si scatena Cristiano Ronaldo. La star portoghese, ben assistito da Di Maria, trova l’angolo giusto al 25’ del secondo tempo per il 3-0. Poi completa la festa trasformando il rigore del definitivo 4-0. Nel finale espulsi i madrleni Xabi Alonso e Sergio Ramos per doppia ammonizione.

 

Braga-Arsenal 2-0 Impresa del piccolo Braga, che riesce a battere l’Arsenal tra le mura di casa, riaprendo così il discorso qualificazione nel gruppo H. Merito del genietto Matheus, autore di una doppietta sul finire del match. All’82, su lancio perfetto di Elton, Matheus in contropiede batte Fabianski in uscita. Mentre al 90’ l’uomo del match regala un numero di alta scuola: prende palla a metà campo, si porta a spasso mezza difesa londinese, prima di piazzare un sinistro al vetriolo che sbatte sulla traversa e si infila nella rete dei Gunners per il 2-0.

 

 

Basilea-Cluj 1-0 Un gol di Almerares, abile a sfruttare un bel cross di Inkoom al 15’ regala al Basilea il successo sui romeni del Cluj. Tre punti che lasciano agli svizzeri una fiammella di speranza per il passaggio del turno. Il Cluj saluta la competizione con una giornata d’anticipo e con l’espulsione dell’italiano Piccolo.

 

Partizan Belgrado – Shakthar Donetsk 0-3 Bella vittoria esterna dello Shakthar sul campo di un desolante Partizan, ultimo a quota 0 nel gruppo H. Gli ucraini ora hanno un piede e mezzo negli ottavi di Champions. Succede tutto nella ripresa. Stepanenko al 7’ insacca in mischia sugli sviluppi di un corner, Jadson raddoppia poco dopo su perfetto assist di Srna, Eduardo chiude i conti al 25’ su passaggio di Willian.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori