PAGELLE/ Tottenham-Inter (3-1): i voti, la cronaca, il tabellino

- La Redazione

Tottenham-Inter è stata una partita palpitante, ricca di colpi di scena e interpretata benissimo

Bale_R375_31mar09
Gareth Bale, foto Ansa

Tottenham-Inter è stata una partita palpitante, ricca di colpi di scena e interpretata benissimo sia dai due tecnici, Redknapp e Benitez, che dai protagonisti in campo. Il Tottenham vuole lavare al White Hart Lane la sconfitta patita a San Siro dove nei primi 35 minuti i neroazzurri sono stati in grado di rifilare quattro gol ai londinesi. E questo piglio si è visto fin dai primissimi minuti. L’Inter dal canto suo non è riuscita a mettere la partita sui giusti binari, ma Eto’o e un ritrovato Milito hanno rischiato seriamente di riaprirla e cambiare il volto del match. E senza i molti assenti…

La partita comincia con una sortita di Bale, bloccato da Maicon. Ma è solo un assaggio perché i primi 5/6 minuti sono di marca neroazzurra. Fitte trame di passaggi ma poca facilità a verticalizzare per Eto’o, isolato in avanti da un Tottenham molto compatto che difende e attacca con tutti i suoi effettivi. Al 7′ primo tiro di Eto’o, palla fuori di poco. Un minuto dopo la riposta è affidata a Modric, ma il diagonale è debole e impreciso. Al 14′ bella combinazione a tre tra MAicon, Eto’o e Biabiany, ma Eto’o non trova il tempo per battere a rete. Gara vivacissima che trova il gol al 18′ con Van der Vaart che porta in vantaggio il Tottenham: Modric si beve Muntari e scodella per l’olandese che in area con un tiro preciso a fil di palo fa secco Castellazzi. Fino al 30′ sempre Tottenham in avanti con fulminee ripartenze dell’Inter. Crouch sbaglia la palla del 2-0 ma il tiro a incrociare al volo sarebbe stato una prodezza per il piccolo Gianfranco Zola, figuriamoci per un gigante di oltre due metri. Ammoniti Samuel e Hutton per due falli tattici non cattivi ma netti (bravo l’arbitro Kassai). Al 42′ occasionissima per l’Inter. Punizione da posizione favorevolissima (centrale poco al di là della lunetta): sventola terribile di Sneijder e prodezza da campione di Cudicini che nega il gol all’olandese.

Nel secondo tempo Redknapp mette a riposo l’autore del vantaggio inglese Van der Vaart (non al meglio) e lo sostituisce con Jenas. L’Inter prova una reazione ma è ancora il Tottenham a rendersi pericoloso. Chivu, piuttosto nervoso compie un fallo tattico e si prende una giusta ammonizione. Il primo brivido per i neroazzurri arriva al nono: Castellazzi respinge goffamente un tentativo di tiro in porta di Crouch e Bale in rovesciata da fuori area per poco non inquadra la porta sguarnita. Muntari accusa problemi muscolari e viene sostituito dal giovane Nwanko. Al 18′ il gol di Crouch: Bale si invola sulla sinistra e mette in mezzo un cross teso che supera Castellazzi e lo spilungone inglese in spaccata scaraventa in rete. C’è solo il Tottenham. Due minuti dopo ancora Crouch mette il pallone in gol ma questa volta il gioco era fermo: Bale si era trascinato il pallone fuori. Giusto. La partita prosegue con gli affondi degli Spurs e le risposte dell’Inter piuttosto inconcludenti fino al 35′: Eto’o, ancora lui si accentra al limite dell’area e si inventa una traiettoria imparabile per Cudicini, la partita si riapre. L’Inter guadagna metri e fiducia e il neo entrato Milito gela il White Hart Lane cogliendo la traversa con una sassata dalla distanza. Ma è un’illusione: ennesima sgroppata di Bale (ha fatto impazzire Maicon e Lucio, che si è beccato pure un giallo) e mette in mezzo per il nuovo entrato Pavlyuchenko. Gol facile facile e Inter affondata. Ma che partita in questa notte londinese.

 

TOTTENHAM-INTER 3-1

 

MARCATORI Van der Vaart (T) al 18′ p.t.; Crouch (T) al 16′, Eto’o (I) al 35′, Pavlyuchenko (T) al 44′ s.t.

 

TOTTENHAM (4-2-3-1) Cudicini; Hutton, Gallas, Kaboul, Assou-Ekotto; Huddlestone, Modric; Lennon (dal 40′ s.t. Palacios), Van der Vaart (dal 1′ s.t. Jenas), Bale; Crouch (dal 31′ s.t. Pavlyuchenko). (Pletikosa, Bassong, Kranjcar, Keane). All. Redknapp.

 

INTER (4-2-3-1) Castellazzi; Maicon, Lucio, Samuel, Chivu; J.Zanetti, Muntari (dall’8′ s.t. Nwankwo); Biabiany (dal 19′ s.t. Coutinho), Sneijder, Pandev (dal 26′ s.t. Milito); Eto’o. (Orlandoni, Santon, Materazzi, Cordoba). All. Benitez.

 

ARBITRO Kassai (Ungheria).

 

NOTE Ammoniti: Hutton per gioco scorretto, Jenas per comportamento non regolamentare. Samuel per gioco scorretto, Lucio per proteste. Angoli 5-4. In fuorigioco 2-1. Recuperi: p.t. 1′, s.t. 3′.

 

 

Tottenham: Cudicini 7, Hutton 6.5, Kaboul 6, Gallas 6, Assou-Ekotto 6.5, Lennon 6.5 (41′ st Palacios sv), Huddlestone 6.5, Modric 6.5, Bale 7, Van Der Vaart 6.5 (1′ st Jenas 6), Crouch 6.5 (32′ st Pavlyuchenko 6)

 

All.: Redknapp 6.5

 

Inter: Castellazzi 6, Maicon 5.5, Lucio 5, Samuel 6.5, Chivu 5.5, Zanetti 6, Muntari 5.5 (9′ st Nwankwo 6), Biabiany 5 (20′ st Coutinho sv), Sneijder 5.5, Pandev 5.5 (27′ st Milito 6), Etòo 6.5.

 

All.: Benitez 6

 

Arbitro: Viktor Kassai (Ung) 6.5.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori