ESCLUSIVA SAMPDORIA/ Gasparin ha rotto con il triumvirato, Guastoni prossimo dg

- La Redazione

L’attuale consiglie di Erg e vice presidente di Sampdoria Holding dovrebbe ricoprire il ruolo lasciato vacante

gasparin_garrone_R400_14dic10
Gasparin con Garrone (Foto Ansa)
Pubblicità

ESCLUSIVA SAMPDORIA – Sergio Gasparin domenica, dopo la gara persa contro il Brescia, si aggirava triste per i corridoi del Rigamonti. La faccia era pensierosa, i sorrisi di circonstanza e l’unica nota di luminosità erano i colori blucerchiati della sciarpa che da qualche mese faceva pendant con i suoi classici gessati scuri. La sua esperienza con il Doria è finita alcuni giorni fa, dopo una violenta discussione con il presidente Garrone. Alla base di tutto non ci sarebbe stato il caso Cassano, bensì una richiesta di maggiore autonomia da parte dell’ex dirigente dell’Udinese.

A corte Lambruschini l’aria per Gasparin era diventata irrespirabile, visto che le decisioni operative e amministrative venivano prese da un “triumvirato” che attualmente comanda il club blucerchiato: Riccardo Garrone, il figlio Edoardo e Giovanni Mondini, vice presidente di Erg, tifosissimo del Genoa ma molto stimato dal presidente del Doria. Sono loro che hanno l’ultima parola su tutto, mettendo così in posizione marginale sia Gasparin che il ds Tosi. Anche sulla vicenda Cassano i tre avrebbero di fatto escluso da ogni decisione operativa Gasparin, che avrebbe saputo dell’esclusione di FantAntonio a cose ormai fatte.

Pubblicità

Tanti piccoli fatti che piano piano hanno fatto scoppiare il caos che ha portato poi alla inevitabile rottura tra i due. Ora i legali blucerchiati sono al lavoro per ultimare le pratiche per la risoluzione del contratto triennale di Gasparin. Ad occupare il ruolo di direttore generale lasciato vacante arriverà Antonio Guastoni, uomo di fiducia di Garrone e consigliere di Erg. Ieri il dirigente è stato a lungo in sede a Genova, anche per capire le sue prossime possibili mansioni. Sarà un ruolo amministrativo più che operativo, visto che le decisioni verranno prese dal triumvirato. Contattato da ilsussidiario.net, Guastoni non ha voluto rilasciare dichiarazioni. «Non voglio parlare, se avete domande dovete chiamare il Presidente». E’ decisamente molto più aziendalista di Gasparin…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori