OLIMPIADI VANCOUVER 2010/ Hockey, il Canada sogna l’oro nonostante la sconfitta con gli Usa. Guarda il video Usa – Canada 5-3

I patroni di casa sono i favoriti per la vittoria finale davanti al proprio pubblico

22.02.2010 - La Redazione
Vancouver_CerimoniaR375

VIDEO USA CANADA HOCKEY OLIMPIADI VANCOUVER – Per il Canada è qualcosa più di uno sport. E’ una forma di religione, qualcosa che può essere paragonato al calcio in Italia. Una disciplina dove si fondono competizione e agonismo, classe pura e tecnica eccezionale. E’ l’hockey su ghiaccio. Il Canada sogna di vincere la settima medaglia d’oro alle Olimpiadi e eguagliare così nella speciale classifica la Russia. Ma per il momento le cose non sono andate molto bene alla nazione nordamericana. Nel derby con gli Stati Uniti c’è stata una sconfitta per 5-3. Certo nulla è compromesso. Ma intanto la sfida con i rivali di sempre è andata perduta. Una sconfitta che ha ferito l’orgoglio dei canadesi. E poi bisognerà giocare anche gli ottavi di finale contro la Germania.

Le altre partite in programma sono Svizzera- Bielorussia, Repubblica Ceca – Lettonia, Slovacchia – Norvegia. Per i quarti si attendono incontri di altissimo livello. Il Canada se vince giocherà contro i campioni olimpici di Torino 2006. La Svezia tanto per intenderci. E naturalmente si tocca ferro da queste parti per evitare una delusione che sarebbe profondissima. Quasi come quella del Brasile sconfitto in finale ai Mondiali di calcio del 1950 al Maracanà contro l’Uruguay. Poi ci dovrebbe essere Usa- Svizzera. Russia – Repubblica Ceca. Che derby dell’ est. Una finale anticipata.

 

E quindi Finlandia – Slovacchia. L’idolo incontrastato di sempre dello sport canadese è Wayne Gretzky. Da queste parti l’hockey è un modo di intendere la vita del paese del ghiaccio e del grande freddo. Il Canada Hockey Place, lo stadio della squadra di National Hockey League dove giocano i Vancouver Canucks è un po’ come il Madison Square Garden. Un po’ come Wembley o San Siro o il Santiago Bernaubeau. Il Canada non vince l’oro dalle Olimpiadi del 2002 di Salt Lake City.

Vuole farcela con i ragazzi diretti da Mike Babcock. La star è sicuramente Sidney Crosby che gioca nei Pittsburg Penguins. Ma c’è anche un po’ di Italia, di sangue della nostra terra. Il portiere infatti è Roberto Luongo, di origine avellinese. E’ lui il Buffon del Canada. Se il Canada vincerà le Olimpiadi di fronte ai 17.000 del Canada Hockey Place un po’ di merito in effetti sarà anche nostro. Di quegli emigranti italiani che hanno reso grande il Nordamerica. Viene naturale quindi tifare Canada e unirsi a questa nazione per il cosidetto effetto hockey. Fino a gioire per un’eventuale titolo olimpico del paese della foglia d’acero. Sognare in fondo non è impossibile. Dopo Germania 2006, Italia campione del mondo di calcio, un’altra vittoria con i nostri colori.

 

(Franco Vittadini)

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori