TENNIS/ La scheda: chi è Roberto Lombardi. Video: la telecronaca di Sampras – Rafter

- La Redazione

Roberto Lombardi, ex numero sette della classifica italiana di tennis e direttore della Scuola Nazionale Maestri è deceduto oggi dopo diversi anni di malattia

roberto_lombardi_R375
Pubblicità

Roberto Lombardi, ex numero sette della classifica italiana di tennis e direttore della Scuola Nazionale Maestri è morto oggi dopo diversi anni di malattia.

Roberto Lombardi, infatti, da diversi anni era malato di Sla, e la malattia oggi ha avuto la meglio sul grande campione di tennis italiano. I funerali di Roberto Lombardi svolgeranno sabato alle ore 14.30 a Milano presso la chiesa San Carlo Ca’ Granda.

ROBERTO LOMBARDI – CHI E’: Nato ad Alessandria il 2 di Ottobre del 1950, fu compagno di scuola e di tennis di Corrado Barazzutti. Divenne negli anni settanta un giocatore di ottimo livello, che il tennis lo sapeva interpretare anche fuori dal campo con amore e intelligenza. E’ stato infatti anche giornalista sportivo e commentatore per diversi canali come Sky e SuperTennis, la Tv della FIT.

Laureato in matematica all’Università di Perugia, dal 1977 Roberto Lombardi si è dedicato all’insegnamento del tennis ed ha fatto parte dello staff del Centro Tecnico Federale di Riano. E’ tornato a lavorare alla Federazione Italiana Tennis nel 2001 dirigendo la Scuola Nazionale Maestri. Celebre per la brillantezza della sue capacità divulgative e di commentatore tv, Lombardi è stato tra i più prestigiosi collaboratori della rivista federale SuperTennis.

 

Pubblicità

E’ stato finalista ai Campionati Assoluti del 1976 a Pescara (battuto da Corrado Barazzutti, attuale capitano di Coppa Davis per 62 62 61) e ai Campionati Nazionali Indoor di Rastignano nel 1979 (sconfitto da Gianni Ocleppo (62 64). La sua miglior classifica nel ranking mondiale è stata numero 221 nel giugno 1976. Ha partecipato cinque volte agli Internazionali d’Italia: la prima apparizione nel 1968, quindi dal 1975 al 1978. A livello internazionale è stato finalista nel 1976 a San Benedetto battuto dallo svizzero Gunthard (26 63 62 63), nel 1977 a Casale superato da Barazzutti (62 64) e a Verona battuto da Restrepo (62 62). Ha raggiunto gli ottavi a Firenze 1976 battendo il sudafricano Bertram al primo turno, prima di cedere all’ungherese Taroczy (64 64) e si è tolto la soddisfazione di strappare un set a John McEnroe al primo turno di Washington 1978 (57 63 62).

 

Cresciuto tennisticamente prima ad Alessandria, sotto la guida del maestro Cornara insieme a Barazzutti, poi sui campi del Centro di Formia, a l livello juniores Lombardi ha vinto il titolo di doppio agli Europei juniores del 1968 in Germania.

 

 

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori