BASKET/ La Lottomatica Roma compie l’impresa: battuta Siena 93-85

- La Redazione

La squadra capitolina ottiene un’importante vittoria al Palalottomatica e ferma a 41 vittorie consecutive la marcia della corazzata Montepaschi

boniciollij_R375X255_22mar10

BASKET LEGA A – LOTTOMATICA ROMA MONTEPASCHI SIENA – Serata memorabile al Palalottomatica di Roma dove, in un’atmosfera delle grandi occasioni, la Lottomatica padrona di casa ha compiuto una vera e propria partita della vita battendo la capolista Siena in un match sempre dominato e controllato con grande lucidità. I ragazzi di coach Boniciolli centrano così la seconda vittoria consecutiva e guadagnano un trionfo che fa rumore, ai danni della corazzata Siena, attuale capolista, giunta alla quarantunesima vittoria consecutiva. Una marcia trionfale, quella di Siena, interrotta proprio dai romani, dato che l’ultimo k.o. toscano risaliva al 1 marzo 2009 quando la formazione senese fu sconfitta dalla Fortitudo Bologna per 67-63.

Parte forte la Lottomatica che, sostenuta a gran voce dai tanti presenti, si porta subito in vantaggio grazie ad una serie di triple perfette. Siena stenta a decollare, perde molti palloni, esita nei tiri. Il primo quarto si chiude con un parziale eloquente: 30-16. Nelle frazioni successive, il ritmo romano si abbassa leggermente ma Siena non riesce mai ad appaiarsi ai capitolini, se non tra la terza e l’ultima frazione di gioco, per poi essere nuovamente distanziata grazie alle implacabili triple romane. La Virtus mantiene il controllo della situazione per tutta la gara, chiude a chiave la difesa e si muove bene in attacco, sbagliando poco e regalando ancora meno. Le statistiche danno ragione ai capitolini che, nei tiri da due, chiudono con un 45,7%, nelle triple centrano il 59,1%, mentre nei liberi non c’è spazio per i commenti: 100%, 22 su 22.

 

Sugli scudi gli italiani della squadra, in particolare Jacopo Giachetti (20 punti), Luigi Datome (12), Luca Vitali (11) e Angelo Gigli (10 punti e 9 rimbalzi). Bene anche l’inarrestabile Jaaber (13 punti) e Hutson (12). Siena si difende con i 14 punti di Lavrinovic e i 13 di Mc Intyre, spesso bloccato nelle azioni d’attacco. In doppia cifra anche Eze, Stonerook, Sato e Domercant. Tra i toscani, prestazione grigia per David Hawkins, ex di giornata accolto dai fischi del Palalottomatica.

 

Soddisfatto coach Boniciolli che, in sala stampa, commenta così la prestazione dei suoi. "Sono soddisfatto del nostro gioco, soddisfatto per il presidente e per il pubblico che è stato fondamentale, ci ha sostenuto anche nei momenti di recupero di Siena, hanno apprezzato gli sforzi della squadra per battere Siena, che abbiamo battuto proprio sul loro terreno, ovvero sulla qualità del gioco e con la difesa. Giachetti poi ha vinto il confronto con McIntyre, abbiamo retto l´urto sotto canestro con Eze e Lavrinovic grazie a Gigli e Crosariol che si sono alternati con atleti straordinari come Dragicevic e Hutson che hanno dato un contributo fondamentale, così come Winston. Ma gli italiani – prosegue il coca dei capitolini – sono stati l´architrave della nostra vittoria e questo dovrebbe far piacere al nostro CT Pianigiani".

 

(Marco Fattorini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori