CALCIO/ La favola Gallipoli era un’illusione. Anche il principe lascia….

- La Redazione

Giuseppe Giannini ha rassegnato ieri le dimissioni e ha denunciato che i giocatori non ricevono gli stipendi da più di 5 mesi

giannini_beppe_R375x255_R375x255_23mar10
GALLIPOLI/ C’era una volta la favola del Gallipoli calcio, approdato nel campionato cadetto lo scorso anno dopo una grande cavalcata in Lega Pro, l’ex Serie C di qualche anno fa. Una favola condotta dall’ex presidente Barba, che ad agosto lasciò il club a causa della mancanza di fondi necessari al mantenimento della società in Serie B. A rilevare il club si propose una cordata di imprenditori friulani facente capo a Daniele D’Odorico, imprenditore nativo di Udine molto attivo nel campo finanziario e immobiliare.

La squadra venne creata in pochi giorni, grazie all’aiuto dell’allenatore Giuseppe Giannini, l’ex “Principe” dell’Olimpico ai tempi della Roma. Nel corso del campionato molte tribolazioni, risultati che stentano ad arrivare ed il penultimo posto attuale sono lo specchio di una stagione che molto probabilmente culminerà con la retrocessione, anche se ancor più grave è la crisi societaria del Gallipoli calcio.

Proprio ieri Giannini (insieme al suo staff tecnico) ha deciso di andar via, si parla di dimissioni irrevocabili. Il motivo? L’ormai ex tecnico giallorosso ha dichiarato: «E’ accaduto quello che non speravamo accadesse, ieri sera abbiamo avuto la conferma che la società non potrà garantire determinate cose».

Non solo, durante la conferenza stampa voluta e presieduta dallo stesso Giannini, sono venuti a galla problemi quantomeno impensabili per una società che milita nel campionato cadetto. «Alcuni giocatori non ricevono stipendi da ottobre, molti di loro non arrivano a fine mese e quando ieri il presidente D’Odorico ed il dirigente Iodice hanno rivelato alla squadra che non c’erano soldi per pagare gli stipendi arretrati qualche giocatore ha pianto. In trent’anni di calcio non ho mai visto una cosa del genere». Giannini ha poi concluso: «Sono stanco di essere il parafulmine di questa situazione, perchè non voglio coprire nessuno. Spero che i ragazzi possano concludere dignitosamente il campionato». Nel frattempo la formazione giallorossa è stata presa in consegna dall’allenatore delle giovanili Giovanni De Pasquale che nel pomeriggio dirigerà il primo allenamento…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori