CALCIOMERCATO/ Milan, scheda e video di Mario Yepes, il prossimo acquisto rossonero

- La Redazione

Il difensore clivense dovrebbe vestire la prossima stagione la maglia rossonera

yepes_R375x255_18mar10

Come riportato dai maggiori quotidiani sportivi italiani, Mario Yepes, difensore del Chievo, dovrebbe indossare la maglia del Milan nella prossima stagione. Un accordo perfezionato tra la società rossonera ed il giocatore sulla base di un contratto annuale con l’opzione del secondo, con un ingaggio di circa 900 mila euro.

Il colombiano dovrebbe approdare a Milano a parametro zero visto che il suo contratto con i veronesi scade a fine stagione. Yepes ha giocato in carriera nel River Plate dove ha vinto due campionati, uno di Apertura e l’altro di Clausura per poi continuare in Francia la propria maturazione prima con il Nantes e poi con il Psg.

Il colombiano è arrivato in Italia con l’etichetta di giocatore finito visto qualche problema muscolare riscontrato durante l’ultima stagione con la maglia del Psg, in più l’età anagrafica non ha certo giovato a Mario Yepes.

In Italia non solo si è dimostrato uno dei difensori più affidabili dell’intera Serie A, come dimostrano i voti in pagelle il lunedì mattina, ma ha fatto ricredere i più scettici guidando la difesa del Chievo in maniera impeccabile e con personalità. Il suo nome è finito nei taccuini dei grandi club italiani, in passato l’Inter aveva provato a portare il giocatore in Italia ai tempi del Psg sponsorizzato dall’amico e connazionale Ivan Cordoba.

 

Yepes è un difensore centrale molto forte fisicamente, bravo nel gioco aereo pericoloso soprattutto per le difese avversarie. In Italia è famoso per il suo modo di marcare gli attaccanti, sempre molto attento e spesso roccioso anche se in qualche occasione è apparso troppo rude. E’ il capitano della Nazionale colombiana e durante la sua carriera è diventato spesso l’idolo dei tifosi. Con lui il Milan (se dovesse chiudere per il difensore) avrebbe sicuramente trovato una forte alternativa a Nesta e Thiago Silva o, perchè no, un possibile titolare.

 

(Claudio Ruggieri)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori