ROMA INTER/ Totti fa il misterioso: non gioco ma sono a disposizione

Il capitano giallorosso ha superato anche l’ultima visita al cospetto del professor Mariani ed è pronto per tornare all’Olimpico contro l’Inter

25.03.2010 - La Redazione
totti_gioioso_R375x255_7dice09

ROMA INTER – Dopo settimane di attesa, test, allenamenti e lavoro dietro le quinte, ora è il momento di Francesco Totti, grintoso come non mai, al rientro dall’infortunio al ginocchio. Il capitano giallorosso si è infatti sottoposto ad un’ultima visita al cospetto del professor Mariani, il chirurgo che lo segue da anni, per ricevere notizie confortanti e positive sulle sue condizioni fisiche. Tutto ok, segnale verde da Villa Stuart, dove è stato effettuato il controllo medico.

Totti è pronto a tornare all’Olimpico, non da spettatore in tribuna, ma da protagonista vero come del resto è sempre stato. Determinante con gol e giocate al servizio della squadra. In queste settimane il capitano ha proseguito gli allenamenti aumentando il carico di lavoro, diversificando l’attività tra campo, palestra e fisioterapia, recuperando gradualmente la forma. Oggi pomeriggio sarà nuovamente sui campi di Trigoria per un allenamento personalizzato mentre domani il capitano giallorosso effettuerà la rifinitura con i compagni

Questa mattina, in occasione di un convegno al Policlinico Gemelli, a chi gli ha chiesto se giocherà o meno sabato sera, il numero 10 ha detto ridendo: “no, non credo”, per poi ribadire in modo chiaro: “sono pronto a mettermi a disposizione del mister”.

 

Sembra dunque verosimile che Totti possa rientrare nella lista dei convocati per la sfida di sabato sera contro l’Inter. Sarà però da valutare quantitativamente la sua presenza in campo. Non è infatti scontato che entri dal primo minuto, spetterà dunque a mister Ranieri decidere in merito alla gestione del capitano che comunque, secondo il tecnico testaccino, "è sempre pronto, già dieci giorni fa se gli avessi chiesto di essere in campo l’avrebbe fatto".

 

(Marco Fattorini)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori