ESCLUSIVA CALCIOMERCATO/ Napoli, Auriemma: Pazzini ok. In Europa grazie al San Paolo!

RAFFAELE AURIEMMA caporedattore de “Il Roma” e voce storica del Napoli analizza la situazione dei partenopei dopo la roboante vittoria contro la Juventus

28.03.2010 - La Redazione
mazzarri_quagliarella_R375x255_18ott09

Napoli – Juventus 3-1. Una partita da ricordare per tanto tempo dai tifosi partenopei. Una vittoria netta, più di quanto dica anche lo stesso risultato in cui gli azzurri hanno saputo rimontare un gol di svantaggio e legittimare il risultato in modo indiscutibile. Sono andati a segno tra l’altro tutti i tre protagonisti del trio delle meravigie: Hamsik, Quagliarella e Lavezzi. Per parlare di questo Napoli targato 2010, abbiamo sentito Raffaele Auriemma, voce del Napoli per Mediaset Premium. Eccolo in questa intervista in esclusiva per il sussidiario.net.

Auriemma il Napoli ha vinto 3-1 con la Juventus e tutti i protagonisti del “trio delle meraviglie” sono andati a segno…

Un fatto importante che legittima ancora di più la vittoria del Napoli. Il fatto che abbiano segnato tutti e tre dimostra che questa squadra può puntare su di loro per lottare per l’Europa.

Un giudizio su Quagliarella?

Può fare un finale di campionato molto importante in cui oltre a lottare per una qualificazione in Europa League, o magari anche in Champions, può cercare di guadagnarsi un posto per Sudafrica 2010.

Lavezzi?

Dopo il periodo difficile a causa dell’infortunio, è stato il trascinatore degli azzurri contro la Juventus.

Hamsik?

Era dal girone d’andata che non segnava, proprio contro la Juventus a Torino. Il futuro del Napoli in questa fase del torneo dipende anche dalle sue prestazioni e dal suo rendimento.

Quale può essere l’elemento decisivo per la conquista di un posto nelle coppe?

Il pubblico del San Paolo potrà certamente risultare decisivo per raggiungere questo traguardo saranno il dodicesimo uomo in campo.

E perché il Napoli possa lottare in futuro per lo scudetto, magari già a partire dalla prossima stagione?

Servono due acquisti, un centravanti da 20 gol e un centrocampista.

 

Si fa il nome di Pazzini…

Lui andrebbe molto bene.

 

Per il ruolo a meta campo?

Si parla di D’Agostino dell’Udinese.

 

Un suo parere su Mazzarri?

Ha saputo portare il Napoli dal quattordicesimo fino al terzo posto, ora è al sesto… ha grandi meriti in questo campionato del Napoli.

 

Il Napoli non vinceva da otto giornate, anche senza demeriti particolari…

Sì, il Napoli non è stato mai messo sotto. Ha sempre fornito delle prestazioni discrete e si è difeso ampiamente con le grandi .

 

Può quindi qualificarsi per l’Europa League?

E’ alla sua portata questa qualificazione.

 

Anche la Champions?

Ci sono solo due punti di distacco dalle quarte ma credo che il Napoli non avrebbe la squadra per andare molto avanti in questa competizione la prossima stagione.

 

Come giudica il lavoro di De Laurentiis?

E’ un presidente che guarda molto ai conti e ha capito che se vince incassa soldi. Sta lavorando perché tutto questo succeda.

 

Un ritorno, magari in futuro, di Maradona sulla panchina del Napoli?

E’ improponibile. Maradona ha dato il meglio di se come giocatore, nei suoi tempi d’oro. Non lo vedo come possibile futuro tecnico del Napoli.

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori