INTER/ Quelle distrazioni fatali prima della Champions League

I giocatori nerazzurri protagonisti di distrazioni fatali prima di ogni match di Champions

28.03.2010 - La Redazione
mourihno_champions_R375x255_10dic08
Josè Mourinho (foto ANSA)

Un grande esperto di calcio quale Arrigo Sacchi ha sempre sostenuto che nel calcio moderno vincere sia il proprio campionato che la Champions League è veramente un miracolo. Il motivo? La massima competizione internazionale ti porta via troppe energie fisiche e soprattutto mentali, per informazioni chiedere ai giocatori nerazzurri che in campionato, prima di un match importante di Champions hanno spesso compiuto errori madornali e spesso fatali. Un trend che si è ripetuto consecutivamente prima a Catania e poi ieri sera contro la Roma.

Durante il match di qualche settimana fa contro gli etnei, la formazione di Josè Mourinho, a tre giorni dall’incontro decisivo contro il Chelsea, ha perso il match anche a causa di alcune distrazioni difensive evidenti, vedi Lucio nel primo e terzo gol dei siciliani, salvo poi bloccare in maniera perfetta i vari Drogba e compagni. Anche ieri sera si è visto il festival degli errori, proprio a pochi giorni dall’andata dei quarti di finale di Champions contro il Cska Mosca.

Il primo gol della Roma è nato da una clamorosa papera di Julio Cesar che non ha trattenuto un innocuo colpo di testa di Burdisso, così come il gol partita di Luca Toni nato da un clamoroso errore difensivo del duo centrale Samuel-Lucio che hanno completamente dimenticato l’ariete giallorosso. Anche Milito non è stato stranamente lucido con alcuni errori sottoporta davvero incomprensibili per l’implacabile ariete argentino. I tifosi nerazzurri sperano però di ripetere le gesta di Londra anche tra tre giorni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori