ESCLUSIVA ITALIA CAMERUN/ Pizzul: “Balotelli? Lo porterei di corsa! Lippi non è il solo nemico di Cassano”

- La Redazione

BRUNO PIZZUL voce storica della Nazionale analizza la gara di stasera e i possibili nomi da portare in vista dei Mondiali in Sudafrica

Balotelli_naz_R375_8set09
Balotelli ancora nel mirino (Foto Ansa)

Siamo già in clima mondiale e l’Italia gioca stasera a Montecarlo un’amichevole di lusso contro il Camerun, una delle squadre più forti d’Africa. Per parlare della Nazionale e dei temi caldi del calcio italiano abbiamo intervistato, in esclusiva per ilsussidiario.net Bruno Pizzul.

Pizzul, mancano pochi mesi a Sudafrica 2010 e già divampano le polemiche, prima la non convocazione di Cassano, ora quella di Balotelli…

Io Balotelli lo porterei di corsa. Penso infatti che i giocatori di qualità debbano sempre essere presi in considerazione. E Mario Balotelli è uno di questi, un attaccante che può ricoprire diversi ruoli, un giocatore completo, un vero talento del calcio italiano.

Perché allora Lippi non lo vuole in maglia azzurra?

Credo che la sua scelta dipenda soprattutto da motivi inerenti il comportamento di Balotelli che sicuramente deve ancora crescere e maturare sul piano umano. Sono le stesse considerazioni che portano Mourinho a rimproverare e mettere in discussione spesso questo giocatore. Ma credo che nonostante questo suo atteggiamento un campione del suo valore debba essere portato a Sudafrica 2010.

Non potrebbe esserci un ripensamento di Lippi prima del Mondiale?

Ritengo che Lippi abbia già deciso. E’ difficile che lo porti, anche perché preferisce puntare più sul gruppo che sulle singole individualità. Così si spiega questa sua decisione.

Quindi neanche Cassano può essere ripescato?

Anche Cassano rimarrà a casa. Adesso poi non gioca neanche nella Sampdoria. E in più, nonostante la sua classe immensa, è inviso a una parte dello spogliatoio della Nazionale. Anche se io porterei anche lui. Non si può rinunciare ai giocatori più bravi del campionato italiano.

 

Anche Dunga fa a meno di Ronaldinho…

Sì ma il Brasile può pescare tra un numero incredibile di calciatori che possono vestire la maglia verdeoro. Noi non siamo messi così bene e infatti la gente si chiede perché Cassano e Balotelli non vengono portati in Nazionale. Al loro posto vanno certamente giocatori meno importanti.

 

Perché in Italia c’è sempre un "caso" legato alla Nazionale?

Pensiamo a Baggio in passato… Siamo fatti così. E’ la nostra mentalità, quella di mettere sempre tutto in discussione. Poi il nostro tipo di calcio privilegia il collettivo al campione, tendiamo a dare più valore al gruppo che al singolo fuoriclasse.

Quindi questa amichevole tra Italia e Camerun ha valore per Sudafrica 2010 ?

Lippi si augura che l’Italia scenda in campo con la necessaria concentrazione. E ce l’auguriamo tutti. Giocare questa partita con rilassatezza e con indolenza non sarebbe certo una cosa buona.

 

Come giudica la convocazione di Bonucci, Cossu e Sirigu?

Sono tre giocatori che andavano provati, Sirigu poi è un portiere di ottimo valore. In un momento in cui non ci sono grandi numeri uno è una cosa molto positiva trovare portieri di sicuro affidamento, con un futuro molto promettente.

 

Si parla anche del dopo Lippi. Prandelli è un candidato molto importante…

Dipende da come andrà avanti il progetto dei Della Valle sulla Fiorentina. Prandelli è molto legato a questo club, comunque un tecnico come lui andrebbe molto bene per la Nazionale.

 

Ranieri è un altro candidato…

Ranieri ha fatto bene con la Juventus e sta facendo bene con la Roma. E’ anche lui un nome molto buono.

 

E Ancelotti cosa farà?

Credo che si trovi bene al Chelsea. Ancelotti preferisce la tranquillità della vita di club a un impegno difficile come quello della Nazionale. Almeno questo è il mio parere.

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori