CALCIOPOLI/ «Che fine ha fatto la Juve»,il libro su “farsopoli” del team di ju29ro.com

Presentato ieri il libro inchiesta sulle vicende che hanno cambiato la storia del calcio italiano

22.04.2010 - La Redazione
scudetti_juventus28-29_13gen09
Tifosi bianconeri espongono gli scudetti

Se fosse uscito qualche mese fa, sarebbe, forse, passato inosservato e non sarebbe stato considerato da quanti non si riconoscono nella fede bianconera. Non certo perché poco attendibile, ma perché il sistema pallone aveva già decretato nell’estate 2006 i colpevoli e non aveva alcuna intenzione di fare marcia indietro. Presentato a Milano ieri sarà sicuramente oggetto di interesse perché si avvale della forza di alcuni dati. L’oggetto in questione è il libro «Che fine ha fatto la Juve» realizzato dalla redazione del sito internet ju29ro.com e pubblicato da Cardano Editore (236 pagine, 15 euro). Facciamo un passo indietro, all’indomani delle sentenze di calciopoli (ma se usassimo il criterio dei redattori del volume sarebbe più appropriato il termine «farsopoli»), una ventina di tifosi bianconeri diedero vita a un sito internet (www.ju29ro.com) per fare chiarezza sulle irregolarità e le stranezze del processo e per contrastare una campagna mediatica a senso unico.

Questo libro è, quindi, una sorta di diario delle evoluzioni juventine degli ultimi anni. Suddiviso in sei sezioni, al suo interno si raccontano alcune scoperte e gli scandali, spesso taciuti, delle altre squadre. Sicuramente resta un’opera parziale (cioè scritto da appassionati tifosi della Vecchia Signora), ma ha il merito di mettere su carta alcune contraddizioni portate avanti dalla giustizia sportiva.

Non manca un intero capitolo dedicato all’ironia, dove trova spazio una telefonata dall’aldilà dell’avvocato Gianni Agnelli al nipote John Elkann. Autorevoli e ricche di spunti anche la prefazione e la postfazione, rispettivamente curate da Giampiero Mughini e da Roberto Beccantini. Di facile lettura, è quanto mai attuale soprattutto in queste ore che hanno visto la Procura della Figc chiedere di aprire un nuovo filone d’inchiesta ammettendo tutte le intercettazioni disponibili.

 

(Luciano Zanardini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori