LE PAGELLE/ Juventus – Bari (3-0): le pagelle dei bianconeri

Vittoria convincente degli uomini di Zaccheroni trascinati da un super Diego. Pesante contestazione contro dirigenti e mister

25.04.2010 - La Redazione
diego_felice-R375x255_21feb10

53′ Iaquinta (J), 69′ rig. Del Piero (J), 86′ Iaquinta (J)

4-3-1-2: Buffon; De Ceglie, Chiellini, F.Cannavaro, Zebina; Marchisio (78′ Salihamidzic), Poulsen, Camoranesi (46′ Candreva); Diego; Del Piero, Amauri (46′ Iaquinta). A disp: Manninger, Legrottaglie, Grosso, Salihamidzic, Marrone, Candreva, Iaquinta. All. Zaccheroni.

4-4-2: Gillet; Belmonte, Bonucci, Stellini, S.Masiello; Alvarez (71′ Gosztonyi), Almiron, Donati, Koman (63′ Rivas); Castillo (55′ Meggiorini), Barreto. A disp: Padelli, Diamoutene, Parisi, Gosztonyi, Rivas, De Vezze, Meggiorini.

Gervasoni. Ammoniti: 30′ Almiron, 37′ Camoranesi, 55′ Iaquinta, 60′ Meggiorini, 68′ Gillet

Buffon 7: almeno tre interventi prodigiosi del portierone bianconere che dimostra di essere tornato in forma smagliante.

De Ceglie 6: se giocasse con attenzione per tutto l’arco del match sarebbe un terzino da Nazionale. Il suo diretto avversario Alvarez gli sfugge solo in qualche occasione.

F.Cannavaro 7: sicuro, determinato sembra aver trovato la forma “mondiale”.

Chiellini 7,5: avrebbe il diritto di chiedere l’aumento in ogni momento perchè è l’unico che ha giocato in maniera impeccabile per tutta la stagione. Anche oggi prova sublime.

Zebina 6: Koman prima ed il giovane Gosztonyi dopo non gli procurano troppi grattacapi, semmai rischia di entrare nella speciale classifica degli autogol più belli della storia ma fortuna sua che in porta c’era un certo Buffon.

Marchisio 6,5: finalmente intraprendente si muove bene nella zona di competenza duettando spesso con Diego.

 

Poulsen 6: lavoro di ordinaria amministrazione anche se nel finale rischia un possibile fallo da rigore con una spallata da dietro su Meggiorini.

 

Camoranesi 5: fuori luogo il suo nervosismo rischia di ingarbugliare la sfida ai suoi compagni di squadra con una spallata ad uno degli assistenti di linea. Se la cava con un giallo, giustamente sostituito.

 

Diego 6,5: potrebbe meritare molto di più se cercasse più spesso il dialogo e meno l’azione solitaria. Bravo nell’assist per Iaquinta sul primo gol e nel procurarsi il calcio di rigore.

 

Del Piero 6: poco movimento da parte del capitano bianconero che ha il merito di segnare il rigore del due a zero. Sfortunato in occasione della traversa colpita di testa su assist di De Ceglie.

 

Amauri 5: assolutamente inesistente, la squadra sicuramente non lo assiste a dovere ma lui non fa nulla per essere parte attiva del gioco. Onestamente per quanto fatto vedere in questa stagione non meriterebbe la chiamata in Nazionale da parte di Lippi.

 

Iaquinta 8: chi meriterebbe di andare in Sudafrica è sicuramente il "ragazzone" calabrese che entra in campo dando la scossa ai compagni. Sigla il gol del vantaggio ed è protagonista con Diego nell’azione del rigore bianconero e non contento sigla anche la doppietta personale buttando in rete un ottimo assist di Candreva.

 

Candreva 7: non si capisce perchè l’ex livornese è stato messo in disparte in questo ultimo periodo, entra al posto dell’irrequieto Camoranesi e subito si dimostra pimpante servendo a Iaquinta l’assist per il tre a zero.

 

Zaccheroni 6: ha il merito di aver indovinato le mosse vincenti facendo entrare Iaquinta e Candreva. Ma perchè non farli partire titolari al posto degli impalpabili Camoranesi e Amauri?

 

(Claudio Ruggieri)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori