Juventus Calciomercato/ Pasqualin: via Zebina e Trezeguet. L’allenatore? Consiglio Benitez

- La Redazione

Se qualcuno aveva ancora qualche dubbio sulla possibilità che Alberto Zaccheroni fosse solo di passaggio sulla panchina della Juventus, le tre sberle di ieri l’hanno rivegliato dal torpore

zaccheroni_juve_R375x255_31gen10

Se qualcuno aveva ancora qualche dubbio sulla possibilità che Alberto Zaccheroni fosse solo di passaggio sulla panchina della Juventus, le tre sberle di ieri l’hanno rivegliato dal torpore.

Il tecnico romagnolo non aveva certe ereditato una Juventus formato fuoriserie, ma ora i meccanismi sembrano totalmente saltati. Mai dominatori o pericolosi, ieri sera sembrava che i bianconeri “veri” fossero Di Natale e compagni e non la Juventus di Del Piero e Cannavaro.

Interpellato oggi da Tuttomercatoweb, Caludio Pasqualin ha rilanciato alcune ipotesi di mercato per la Juventus, parlando di partenze eccellenti e dell’allenatore. Fare cassa per il nuovo progetto però, per Pasqualin non sembra voler dire fare marcia indietro sui nuovo acquisti che quest’anno hanno sfigurato (Diego e Melo in testa, ma ce ne sarebbero altri), pare invece che secondo l’esperto di calciomercato la via giusta sia sfoltire la rosa di alcuni giocatori di lungo corso alla Juventus, puntando tutto sul nuovo tecnico. Che deve essere un uomo di grande esperienza calcistica.

 

Capitolo Juventus. Sarà rifondazione?

 

"Molto probabilmente si, soprattutto se arriverà un allenatore di grandissima personalità. Sicuramente ci saranno delle uscite, penso a Trezeguet o a Zebina, ma quello che più conterà sarà il profilo del nuovo tecnico. Sento fare tanti nomi ma mi sembra che si spari un po’ a casaccio. Solo i dirigenti bianconeri sanno veramente la verità"

 

Lei chi vedrebbe bene sulla panchina della Vecchia Signora?

 

"Serve un uomo di calcio, che si faccia dare le chiavi del centro sportivo e lo gestisca in toto. Dalla mattina alla sera. Penso ad uomo come Benitez. Il tecnico spagnolo, se seguito a dovere, sarebbe capace di trascinare l’intera società verso una grande crescita. Nomi a parte, comunque, serve una figura così. Ripeto, un allenatore vero, dalla fortissima personalità"

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori