CALCIOMERCATO/ Su Fabregas l’Inter ha un’idea per fregare ll Barcellona

- La Redazione

Quest’anno l’obiettivo di calciomercato delle grandi d’Europa sarà lo spagnolo dell’Arsenal Cesc Fabregas. Si fa pesante lo scontro a suon di milioni tra Inter e Barcellona. Ecco le strategie delle due squadre

Quest’anno l’obiettivo di calciomercato delle grandi d’Europa sarà lo spagnolo dell’Arsenal Cesc Fabregas. E proprio come è successo un anno fa con i vari Ronaldo, Ibra e Kakà, balleranno cifre importanti, da capogiro. Soldi che solo i top club possono permettersi. e se una settimana fa pareva scontato che l’asta per fabregas se la fosse accaparrata l’Inter di Moratti, oggi la situazione appare tuttaltro che scontata. Nella trattativa tra Arsenal e Inter si è inserito il Barcellona del presidente Laporta.

Secondo la fonte del “Mail on Sunday” si parla di una possibile offerta di 50 milioni di sterline (all’incirca 56 milioni di euro) per portare il centrocampista catalano al Barcellona. Questo rilancio sembra aver messo con le spalle al muro l’Inter che si sentiva forte della sua offerta di 35 milioni, ma che ora vacilla e deve riorganizzare le idee per cercare di riavvicinare il sogno Fabregas. Il disavanzo rispetto all’offerta del Barcellona è di quelli importanti, quasi 20 milioni.

CLICCA IL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE LA NOTIZIA DI CALCIOMERCATO SULL’ASTA TRA BARCELLONA E INTER PER FABREGAS

 

Eppure l’Inter una carta da giocare ce l’ha. Quale? La mossa l’avrebbero messa a punto Oriali e Branca, gli uomini mercato neroazzurri che ultimamente (togliamoci pure Quaresma e Mancini, ma il primo lo voleva l’allenatore) le stanno azzeccando proprio tutte.

 

30/35 milioni sonanti e sul piatto anche Super Mario Balotelli. L’offerta non spiacerebbe certo ai Gunners, ma c’è un problema. Da tempo il Manchester City di Roberto Mancini fa la corte all’attaccante dell’Inter, che pare disposto a partire per l’Inghilterra anche perché la pax-Raiolana tra lui e Mourinho sarebbe solo "di facciata" per non far deprezzare il giocatore che gradirebbe comunque cambiare aria.

 

E quindi l’ago della bilancia sarebbe di nuovo lui, Mino Raiola, e chissà che una volta fatto "un favore" al Barcellona con Ibrahimovic, non li faccia uno sgambetto con Balotelli. In fin dei conti, gli affari sono affari e il buon Mino, non guarda certo in faccia nessuno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori