CALCIOMERCATO/ Milan, Leonardo si congeda, c’è Galli ma occhio a LippI. Video conferenza stampa con Galliani

- La Redazione

Anche il ct azzurro in corsa per la panchina rossonera

Leonardo_R375_1ott09

I tifosi rossoneri ci speravano ignorando abilmente i resoconti dei quotidiani sportivi, speravano che alla fine Leo potesse annunciare pubblicamente in conferenza stampa che l’anno prossimo sarebbe rimasto sulla panchina del Milan e che tutti i rumors erano infondati. Ma invece no, in un piovoso pomeriggio, in diretta da Milanello, il tecnico brasiliano ha salutato tutti con il suo solito savoir faire, da galantuomo quale è stato, quale è e quale sempre sarà. Perché Leo era una figura chiave non solo dei rossoneri ma di tutto il calcio italiano.

Mai sopra le righe, sempre pronto a sorridere e mai a polemizzare, un vero gentiluomo come se ne vedono pochi. «Siamo qui per comunicare che consensualmente ci separiamo», ha detto ieri in compagnia di Galliani, «Non ho alcuna offerta in ballo. Questo con il Milan è stato un ciclo meraviglioso che ora si chiude. Tutto quello che ho imparato l’ho imparato da Galliani ed è difficile per me staccarmi da questo ambiente».

L’ad ha confermato: «Mi dispiace molto di questa situazione perché avevo fatto molta fatica per convincerlo a sedersi in panchina. La risoluzione consensuale avviene con la massima amicizia e con la stima e l’affetto di sempre. Leo nel Milan ha ricoperto tutti i ruoli: giocatore, dirigente e allenatore. É l’unico giocatore per il quale mi sono commosso quando ha dato l’addio al calcio e conservo ancora, da 9 anni, una penna che lui mi ha regalato».

 

Ed ora è partita la caccia all’erede di Leo. «Non possiamo annunciare il nome del nuovo allenatore – ha tuonato il numero 2 rossonero – perché non lo abbiamo ancora deciso. C’è tempo. Non è una scelta da fare in pochi giorni». In cima ai taccuini del Milan c’è sempre Filippo Galli in coppia col fido Tassotti ma secondo La Gazzetta dello Sport in queste ultime ore starebbero crescendo le quote anche di ct Marcello Lippi che a fine Mondiale, volente o nolente, si congederà dalla Nazionale.

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori