CALCIOMERCATO/ Juventus, Del Neri – Marotta – Paratici: ecco tutte le operazioni della nuova Triade

- La Redazione

Già questa settimana i due ex della Doria inizieranno a lavorare in vista della prossima stagione

marotta_R375x255_05giu09
Pubblicità

Si riparte con Marotta come direttore generale e poi nelle prossime ore verrà ufficializzato il nome di Gigi Del Neri come allenatore. Fabio Paratici a Genova capo degli osservatori, a Torino rivestirà anche il ruolo di coordinatore dell’area tecnica. L’arrivo della nuova triade presuppone l’allontanamento di Secco, Blanc (resta per terminare il progetto dello stadio), Bettega e Castagnini. Andrea Agnelli di fatto ha già disegnato lo scheletro della nuova Juventus, da qui a fine giugno si interverrà sulla rosa per mettere a disposizione del nuovo tecnico una squadra competitiva.

Al termine di una stagione ricca di errori (dalla campagna acquisti alla scelta dell’allenatore, da un esonero tardivo alla nomina di Zaccheroni, per non parlare del mercato di riparazione di gennaio), la Juve cambia faccia e lo fa in maniera perentoria, chiudendo i conti con il passato. Non poteva essere altrimenti. C’è la possibilità concreta di sviluppare un progetto interessante, certo l’allenatore deve essere messo nelle condizioni di poter lavorare al meglio. Ecco perché la neonata dirigenza ha già deciso, di concerto con Andrea Agnelli, di fare piazza pulita ovvero di cedere quei giocatori dal curriculum importante che sembrano ormai senza grandi motivazioni. Salutano la Juve Buffon (per fare cassa), Camoranesi, Cannavaro, Trezeguet, Grygera, Zebina e probabilmente Diego (purtroppo il nuovo modulo non è adatto alle sue caratteristiche).

Pubblicità

Fra i pali arriva Marchetti, anche se la sorpresa dell’ultima ora potrebbe essere rappresentata anche dal ritorno di Abbiati. Manninger farà da chioccia a Marchetti. In difesa sono pronti a rientrare Ariaudo e Criscito. De Ceglie rimane, anche perché Del Neri vuole molte alternative sulle corsie laterali. Sulle fasce si punta molto su Vargas, il sampdoriano Ziegler è l’alternativa. A destra come rincalzo si parla anche di Mesto e del romanista Motta. Sul taccuino di Marotta anche Zuniga e Zapata. Nella fascia centrale del campo rimane Felipe Melo (il 4-4-2 dovrebbe agevolare i suoi compiti) che con Sissoko (attenzione alle sirene spagnole) dovrebbe costituire la coppia centrale: in questo caso Marchisio verrebbe dirottato sulla fascia.

 

Ritorna in auge anche il nome di Ivan Rakitic dello Schalke 04 come esterno sinistro alla Nedved. In attacco (punti fermi Iaquinta e Del Piero) si prova il tutto per tutto per Pazzini, in questo caso potrebbe essere ceduto anche Amauri (per un clamoroso ritorno a Palermo in cambio di Kjaer e Cassani). Sul tavolo della trattativa con i rosanero anche il cartellino di Edison Cavani. Giovinco può restare se si adatta al ruolo di laterale destro, alla Marchionni tanto per intendersi, o si trasforma in seconda punta alla Cassano. Molte cessioni inevitabilmente serviranno come pedine di scambio.

 

(Luciano Zanardini)

 



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori