ESCLUSIVA CALCIOMERCATO/ Juventus, Benitez addio: Prandelli in pole

- La Redazione

Il tecnico della Fiorentina è in pole per la prossima stagione. Capello contattato ha già rifiutato due volte le offerte bianconere

prandelli_R375_7ott08
Prandelli, foto Ansa

Le strade di Rafa Benitez e della Juventus si allontanano sempre di più e la trattativa sembra arrivata a un punto di rottura praticamente definitivo. In casa bianconera, secondo quanto ha potuto ricostruire ilsussidiario.net, la situazione è molto tesa. Benitez era stato scelto come tecnico della ricostruzione ma ora tentenna e prende tempo senza dare una risposta definitiva. L’atteggiamento dello spagnolo si spiega essenzialmente con due fatti. Il primo è dettato dalla presenza di Beppe Marotta che limiterebbe di molto il raggio d’azione di Benitez nelle operazioni di mercato. Lo spagnolo aveva chiesto carta bianca, desiderando assumere un ruolo da manager oltre che di allenatore. Il secondo, come già anticipato da tempo, è di natura strategica.

Sembra infatti che Benitez abbia strizzato l’occhio alla Juventus per verificare le reali intenzioni del Liverpool e dei nuovi proprietari su di lui. E pare che il neo presidente Martin Broughton sia intenzionato a trattenere il tecnico, legato ai reds fino al 2014. L’unica alternativa valida al momento resta quella che porta a Cesare Prandelli.

Il tecnico dei viola è corteggiato anche per il dopo Lippi sulla panchina della Nazionale, ma tra le due ipotesi sembra optare per la panchina della Vecchia Signora. E’ lui dunque l’unico vero candidato e il suo sì salverebbe la dirigenza bianconera da una situazione difficile. L’ultima ipotesi ventilata è quella che porta a Fabio Capello. Il ct dell’Inghilterra, voluto esplicitamente da Andrea Agnelli, avrebbe già rifiutato per ben due volte le proposte bianconere lasciando però aperto uno spiraglio. La sua candidatura è quella però che comporterebbe il maggior numero di rischi.

 

Capello infatti non potrebbe arrivare a Torino primo della metà di luglio, cioè a Mondiali finiti. La Juventus aspetterebbe cosi tanto tempo senza fare operazioni di mercato? E in più c”è il problema Franco Baldini che Capello porta sempre con sè. I ruoli di dg e ds sono già occupati e non sarebbe facile ritagliare un altro ruolo dirigenziale in società. Ecco perché Cesare Prandelli tra meno di 15 giorni potrebbe essere ufficializzato come nuovo allenatore bianconero.

 

(Eugenio Monti)



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori