CALCIOMERCATO/ Milan, per Allegri e Luis Fabiano doppia doccia gelata!

- La Redazione

Cellino vuole blindare il tecnico a Cagliari, l’agente del brasiliano smentisce l’interesse dei rossoneri

Luis_Fabiano_Bra_R375_29giu09

CALCIOMERCATO MILAN – Il calciomercato del Milan si scaglia contro gli scogli Cellino e Jose Fuentes. Il primo è il noto presidente del Cagliari mentre il secondo è l’agente di Luis Fabiano. Nella giornata di ieri i due suddetti hanno infatti rilasciato alcune dichiarazioni che hanno fatto preoccupare, e non poco, l’ambiente rossonero. Partiamo dal focoso patron dei rossoblu che in un’intervista all’Unione Sarda ha manifestato tutto il proprio “astio” nei confronti del tecnico livornese e della società Milan. «Dopo la fine del mandato di Giorgio Melis – si legge sul quotidiano sardo – Allegri è a tutti gli effetti l’allenatore del Cagliari. È stato anche convocato in sede, ma non si è mai visto, ha presentato un certificato medico. Sono arrabbiato con lui, perchè ha mollato, costringendoci a un finale di campionato mediocre, mentre io mi aspettavo molto di più. Ci sono rimasto male, non nascondo che voglio prendermi una rivincita. Potrei tenerlo fermo un anno fino alla fine del contratto, è un’ipotesi che mi stuzzica, non da escludere».

Allegri poi ha proseguito: «Qui stiamo parlando dell’onore e del rispetto del Cagliari. Mi pare strano che 15 giorni fa salti fuori quest’idea di portare Allegri al Milan. Mi ha dato l’impressione di una trattativa avviata e conclusa da tempo. Ho sentito un forte odore di presa in giro».

In serata ha invece parlare Josè Fuentes, agente di Luis Fabiano, il principale obiettivo rossonero per l’attacco: «Almeno per il momento non ho ricevuto alcuna chiamata da parte del Milan – ha confessato il procuratore ai microfoni di Tmw – se il club rossonero può aver contattato direttamente il Siviglia? Lo escludo, ne sarei sicuramente al corrente. Se ci sono possibilità che il mio assistito resti al club andaluso visto che il suo contratto scade tra un anno? Tutto può essere, che rinnovi, che resti solo per un’altra stagione o che si trasferisca. Altre richieste da parte di club europei? In questo momento non c’è niente di concreto, il giocatore ora pensa solo al mondiale».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori