CALCIOMERCATO/ Juventus, Krasic: operazioni in stand-by

- La Redazione

La società bianconera ha offerto 13 milioni e attende una risposta dal Cska Mosca

Krasic_R375_23set09
Pubblicità

E’ congelata l’operazione fra la Juventus e il Cska Mosca per quanto riguarda Milos Krasic. Per l’esterno della Serbia da corso Galileo Ferraris sono disposti ad offrire 13 milioni di euro da pagare in tre anni più eventuali bonus legati a rendimenti e traguardi ottenuti, non un centesimo di più. Come ha fatto sapere Andrea Agnelli settimana scorsa, infatti, la Juventus non ha intenzione di partecipare ad aste per “fare il gioco” del Cska Mosca che ventila proposte interessanti ma difficilmente confermabili.

La Vecchia Signora, inoltre, si fa forte del volere dello stesso Krasic che avrebbe accettato senza mezzi termini la proposta bianconera. Ieri ha parlato uno degli agenti del giocatore, Marko Naletilic. Ecco cosa ha spiegato l’agente Fifa: «Confermo di essere stato a Mosca per trattare per conto della Juventus – ha spiegato ieri l’agente Fifa -Se le cose si sono complicate per i bianconeri? Il discorso è molto semplice: c’è il Manchester City che offre molti più soldi della Juve e il Cska preferirebbe darlo al club inglese».

«Il giocatore però – ha proseguiti Nateli – non vuole assolutamente andare in Inghilterra, ma trasferirsi a Torino. Quando ci rivedremo? Non lo so, non è in ogni caso una situazione semplice. Io però resto ottimista perché, se la trattativa non è facile per la Juventus, non lo è nemmeno per il Manchester City e in generale non si può costringere il giocatore ad andare dove non vuole».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori