CALCIOMERCATO/ Milan, Pato e Ibrahimovic: trattative di mercato al 18 giugno

- La Redazione

Continuano a tener bando le voci di un possibile addio del brasiliano

pato_sconsolato_R375x255_13sett09
Alexandre Pato (Foto: ANSA)

Qualche settimana sembra essere solo fantamercato, ora un possibile addio di Pato al Milan non è più così remoto nel calciomercato rossonero. Il giovane talento brasiliano in questi ultimi mesi è sembrato molto inquieto e poco chiaro sul proprio futuro. Le sue uniche dichiarazioni in merito al suo futuro sono state fatte qualche settimana fa e consigliava ai rossoneri di non lasciarsi sfuggire Ronaldinho, che potrebbe clamorosamente dire addio al Milan. Non solo, perchè sul giovane brasiliano c’è soprattutto il Barcellona, intenzionato a portare il talento verdeoro al Camp Nou per formare con Villa e Messi un trio da favola. Il Milan ovviamente ritiene incedibile il calciatore sudamericano, anche se il Barcellona è disposto ad offrire Zlatan Ibrahimovic, ex stella dell’Inter. Oltre allo svedese Galliani e soci vorrebbero anche un conguaglio economico, ma il nuovo presidente dei catalani Sandro Rosell non sembra disposto ad accettare le condizioni dei rossoneri.

 

Quando Adriano Galliani ha ufficializzato di fatto Allegri ai microfoni dei cronisti gli è anche stato chiesto se parlava con Raiola, lui ha risposto di sì, ma anche precisato che non parlava di "chi pensate voi". Il riferimento era chiaramente a Zlatan Ibrahimovic, strappato lo scorso anno all’Inter da Barcellona per 40 milioni di euro più Eto’o e che ora vive in una sorta di esilio dorato il Catalogna. Ibra in vuole uno stipendio da 12 milioni di euro all’anno per le prossime stagioni, quindi il Barcellona, che lo vuole cedere, si trova in difficoltà. Lo riprota oggi la stampa iberica che spiega come Guardiola stia cercando di venderlo per circa 50 milioni di euro che, sommate all’ingaggio fanno una cifra monstre. Forse solo il Manchester city potrebbe permetterselo, magari inserendo Robinho nello scambio. Tornando al Milan, nei giorni scorsi si era parlato anche della possibilità di un prestito dello svedese ma, anche in questo caso, è difficile pensare che Galliani sia disposto a sobbarcarsi il maxi stipendio dello svedese e sembra altrrettanto difficile che il Barca accetti di pagare una buona parte dell’ingaggio pur di sbolognarlo in prestito…

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori