CALCIOMERCATO/ Inter, Benzema, Higuain o Tevez se parte Milito

- La Redazione

Tre i possibili sostituiti del Principe nerazzurro

Benzema_R375_6apr10
Karim Benzema, foto Ansa

CALCIOMERCATO INTER – Nella Milano nerazzurra tiene banco in questi giorni la questione relativa a Diego Milito. Il Principe argentino sarebbe deluso dal compenso ottenuto e mira ad ottenere un lauto ritocco verso l’alto. Nel contempo, sarebbe tentato da un’offerta prestigiosa del Real Madrid. Josè Mourinho rivorrebbe infatti con se in Spagna il giocatore che gli ha permesso di vincere tutto il possibile. In corso Vittorio Emanuele sono stati chiari: uno sforzo per un ritocco dell’ingaggio è all’ordine del giorno ma alle cifre stabilite dall’Inter.

Inoltre, come più volte ha fatto capire Massimo Moratti, nessuno è incidibile e a fronte di un’offerta adeguata l’attaccante argentino potrebbe trasferirsi in Spagna. Sull’argomento è intervenuto anche Hidalgo, agente di Milito, che rispetto agli ultimi tempi starebbe cercando la via della riconciliazione: «Nel calcio i contratti si rispettano – ha detto a Calcionews24 – siamo tra persone d’onore e non vogliamo certo creare problemi all’Inter. L’aspetto economico? Ne discuteremo, ma sono sicuro che troveremo il giusto accordo, i presupposti ci sono per cui i tifosi dell’Inter non devono certo stare in ansia. Se la prossima settimana sarò a Milano? Non ve lo posso dire…». L’Inter starebbe comunque guardandosi in giro, pronta a tutelarsi in caso di una partenza del proprio centravanti.

Tre sono i possibili sostituti. Si tratta di Karim Benzema, Gonzalo Higuain e Carlitos Tevez. Dei tre in cima alla lista di Moratti c’è l’attaccante del City obiettivo più volte inseguito durante gli scorsi anni. In seconda posizione c’è Higuain, argentino del Real Madrid, che difficilmente lascerà la Spagna dopo il Mondiale attuale. Infine, sul gradino più basso del podio c’è Benzema, reduce da una stagione non esaltante con la camiseta blanca ma sicuramente in grado di dire ancora la sua.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori