CALCIOMERCATO/ Inter, Zamparini: Cavani e Kjaer se ne andranno…

- La Redazione

Il patron rosanero mette in vendita i suoi due gioielli

Il patron rosanero mette in vendita i suoi due gioielli

CALCIOMERCATO INTER – C’è un duo tutto giovane e di qualità in partenza da Palermo. Stiamo parlando naturalmente di Simon Kjaer e di Edison Cavani rispettivamente difensore della nazionale danese e attaccante della selezione urugagia. Entrambi i talenti scovati da Maurizio Zamparini sono in procinto di lasciare il Barbera ed entrambi sembrano diretti al nord, verso l’Inter.

Sull’argomento è intervenuto Maurizio Zamparini ai microfoni di Gr Parlamento: «Kjaer ha parlato con l’Inter? Non lo sapevo so di abboccamenti con i due Manchester, il Tottenham, il Wolfsburg. L’Inter non mi ha telefonato dunque non so quanto sia interessata; penso sia un fuoco di sbarramento. Resterà? Secondo me quando arrivano certe richieste bisogna che il giocatore parta. Sono arrivate un paio di offerte abbastanza importanti, stiamo discutendo, poi sentirò il giocatore. Devo cercare anche un sostituto. La valutazione di Kjaer è sui 15/20 milioni, una valutazione importante. Quanto a Cavani è sul mercato perché lui vuole esserlo, desidera andare in un altro club e noi non tratteniamo nessuno. Comunque penso che alla fine Kjaer e Cavani andranno via».

Chi invece non lascerà sicuramente Palermo è Pastore. Il talento argentino è desideratissimo dal Real Madrid ma Zamparini non vuole cedere: «Per lui mi è arrivata un mese fa un’offerta dal Real Madrid di 25 milioni – ha svelato il patron rosanero – ho rifiutato. Spero che Pastore faccia da noi almeno due anni. In futuro sarà difficile tenerlo a Palermo. Ora non è in vendita per nessuna cifra, varrà 50 milioni di euro l’anno prossimo». Anche Miccoli, infine, si è espresso sul futuro dei due compagni: «Cavani è un giocatore importante per noi e l’ha dimostrato, ma è anche giusto che lui rifletta sulla possibilità di restare o andare via. Simon è uno dei difensori più forti d’Europa, ma io dico che ancora non è pronto, così magari lo lasciano un altro anno con noi…».



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori