CALCIOMERCATO/ Milan, Allegri, Amelia e scambio Pirlo – Ibra. Trattative di mercato al 21 giugno

Non si sblocca la situazione dell’ex tecnico del Cagliari

22.06.2010 - La Redazione
allegri_r375_18nov09
Massimiliano Allegri (Milan) - Foto Ansa

Continua il braccio di ferro fra il futuro tecnico rossonero Massimiliano Allegri e il patron del Cagliari Cellino, ormai il suo passaggio al Milan è diventato un vero e proprio tromentone di calciomercato. Venerdì scorso l’allenatore livornese ha dribblato l’appuntamento con il numero uno rossoblu. Cellino, infuriatosi anche per la presenza in sede rossoblu di fotografi e tv, avrebbe rimandato l’appuntamento a data da destinarsi. Inoltre, nella questione già spinosa, sarebbe intervenuto anche il legale di Allegri, Rodella.

La sua presenza è molto semplice: il tecnico livornese vorrebbe garanzie sull’ultima mensilità nonché sul premio salvezza. Inoltre, vorrebbe che i premi venissero versati anche ai collaboratori Landucci, Grani e Folletti, appiedati a cinque giornate dal termine del campionato. La situazione si fa sempre più complessa ed è all’orizzonte un nuovo ritardo nel trasferimento ufficiale di Allegri al Milan. La data più probabile resta a questo punto il 1° luglio, giorno in cui il Cagliari presenterà il nuovo tecnico Bisoli. Intanto è iniziata una settimana importante anche per Amelia, che oggi dovrebbe firmare con i rossoneri

 

E’ di ieri la "bomba di calciomercato" che vuole Ibrahimovic pronto a lasciare il Barcellona per trasferirsi in Italia. Lo svedese avrebbe scelto il Milan club che tra l’altro fu ad un passo dal suo acquisto durante la caldissima estate 2006 di Calciopoli. Ibra è pronto a lasciare la Spagna dopo una sola stagione. Nel Barcellona non è riuscito ad ambientarsi alla perfezione e punta a tornare in Serie A. Il Milan non smentisce l’interesse ma è chiaro che le cifre dell’operazione son al di fuori della portata di via Turati. Il tutto potrebbe comunque alleggerirsi se dovesse partire qualche pezzo forte.

 

L’ultimo nome circolante è quello di Andrea Pirlo. Il regista di origini bresciane è infatti uno dei calciatori italiani apprezzati oltreconfine. Insieme a Iniesta e Xavi potrebbe rappresentare inoltre un trio delle meraviglie. Un giocatore, infine, su cui punterebbe il nuovo presidente Rosell in caso di fumata nera nell’operazione Fabregas. Il Milan dovrà comunque affrontare lo scoglio stipendio. Ibrahimovic, in caso di acquisto, guadagna 9 milioni di euro netti all’anno, cifra molto al di sopra delle portate dei rossoneri, a meno che il Barcellona non decida di sobbarcarsi parte dello stipendio girando nel contempo il giocatore in prestito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori