ESCLUSIVA CALCIOMERCATO/ Inter-Juventus, Borozan: da Ozil a Krasic, le stelle del Mondiale che piacciono alla serie A

VLADO BOROZAN, agente di Krasic e consulente del Wolfsburg, fa il punto sulla trattativa per portare il serbo a Torino e parla delle stelle della Bundesliga

22.06.2010 - La Redazione
ozil_germania-R375x255_22giu
Ozil con la maglia della nazionale tedesca (Foto Ansa)

I Mondiali sudafricani hanno sicuramente mostrato una Germania nuova e pimpante, anche se la squadra di Loew è uscita sconfitta dallo scontro diretto contro la Serbia. Abbiamo intervistato, in esclusiva per IlSussidiario.net, Vlade Borozan, consulente di mercato del Wolfsburg, grande esperto di calcio tedesco e serbo, nonchè agente per l’Italia di Milos Krasic…

Borozan, come ha visto questa Germania che in molti danno come candidata per il titolo?

Non so se è la candidata numero uno, sicuramente è una squadra pimpante, una gran bella formazione. La Germania è stata brava e coraggiosa in questo ricambio generazionale, ci sono giocatori molti forti fisicamente e bravi tecnicamente.

Una Germania giovane e multietnica, che ha messo in mostra giovani importanti come Ozil e Khedira. Cosa ci può dire di loro due?

Sono due giocatori importanti, già con la maglia dell’Under 21 hanno dimostrato di essere dei calciatori dal sicuro avvenire. Khedira è molto forte fisicamente, mentre Ozil è un giocatore straordinario, tecnicamente fantastico, ma non è una novità, sono già un paio di anni che gioca ad alti livelli.

Su Ozil c’è stato recentemente l’interesse di Juve e Inter, è pronto per il calcio italiano?

Assolutamente sì, è un giocatore importante che farebbe la fortuna delle società italiane. La Serie A non è più come dieci anni fa quando era una specie di campionato del Mondo, adesso i giocatori si adattano più facilmente.

Anche Mueller e Podolski si sono comportati bene…

Il primo si è messo in mostra con il Bayern Monaco, il secondo sembra essere ritornato il giocatore di qualche anno fa. Muller non è più una sorpresa, è un giocatore che ha fatto benissimo con la maglia del Bayern Monaco. Un giocatore molto intelligente e bravo tatticamente. Podolski è un talento incompreso che negli ultimi anni si è un po’ perso, ma ora è più maturo e potrà sicuramente proseguire la sua carriera in maniera importante.

La Serbia si è rilanciata con la vittoria sui tedeschi. Il gol vittoria è stato siglato da Jovanovic, attaccante che ha firmato con il Liverpool, ma che è stato seguito per parecchio tempo dai club italiani…

Jovanovic è andato al Liverpool a parametro zero, le società italiane hanno fatto un grosso errore, perchè lui è un attaccante molto forte fisicamente e veloce. In Italia in pochi hanno le caratteristiche di Jovanovic.

Quale giocatore della squadra serba, escludendo i vari Vidic, Krasic, Jovanovic, consiglierebbe alle italiane?

Iciamo che i migliori sono loro, oltre ai vari Stankovic e Kolarov che già ci sono nel campionato italiano, mentre Kuzmanovic non ha sfruttato l’occasione con la maglia della Fiorentina. Mi sorprende che nessuno abbia messo gli occhi su Kacar, un bel giocatore dell’Hertha Berlino che viene trascurato come Jovanovic. Un peccato per i tifosi italiani non poter vedere all’opera un giocatore come lui.

In difesa c’è quell’Ivanovic, difensore del Chelsea, che in Italia hanno accostato a Juventus e Milan. Quante possibilicità ci sono di vederlo in Italia?

Lui ha un contratto fino al 2012 con il Chelsea, la società inglese si è fatta avanti per il rinnovo. Il giocatore nei prossimi 6/12 mesi deciderà il proprio futuro e sono sicuro che parecchie società si faranno avanti.

 

Lei cura gli interessi di Krasic in Italia. Il giocatore è da tempo nel mirino della Juventus, anche se i bianconeri hanno appena acquistato Martinez. L’arrivo dell’uruguagio esclude l’acquisto del serbo?

Non penso che l’arrivo di Martinez esclude a prescidere quello di Krasic. Purtroppo la situazione è molto chiara: la Juventus ha offerto una determinata cifra che il Cska Mosca non intende accettare, ma il coltello dalla parte del manico ce l’ha la società russa. La trattativa non è ufficialmente saltata, diciamo che è morta per il momento, per rianimarla serve che qualcuno abbassi un po’ la cresta, ed in questo caso è la Juventus. Anche perchè la concorrenza per Krasic è agguerrita.

 

Se Krasic non dovesse approdare alla Juventus, la società bianconera rimpiangerà il mancato acquisto del serbo?

Ufficialmente non lo farà mai ma io credo di sì perchè Krasic è un giocatore fantastico, che anche contro la Germania ha dimostrato tutto il suo valore. Sarebbe un grosso errore non prenderlo.

 

Anche Dzeko, così come Krasic, è corteggiato dal Manchester City di Mancini. Quante possibilità ci sono di vedere i due compagni di squadre nei "Citizens"?

Poche.

 

Il bosniaco potrebbe arrivare in Italia?

Ora è difficile fare previsioni, io dire che sul futuro di Dzeko potremmo parlare ad agosto, perchè ci potrebbero essere colpi importanti.

 

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori