CALCIOMERCATO/ Inter, Kolarov tra Real e Lotito che non cede

- La Redazione

Il serbo della Lazio conteso tra varie squadre

kolarov_R375

Kolarov si allontana dall’Inter e si avvicina al Real Madrid. Lotito permettendo, perchè anche se dalla Spagna danno per fatto il passaggio dell’eterno serbo alle Merengues, il presidente della Lazio Lotito dice di no. “Kolarov non è in vendita e finora non abbiamo ricevuto offerte per lui”. Lo ha affermato il presidente della Lazio durante il programma del GR Parlamento ‘La politica nel Pallone’. José Mourinho tiene molto al terzino sinistro in forza ala Lazio, ma Lolito ha le idee chiare: “’Con 15 milioni nemmeno gli scarpini di Kolarov si comprano”.

Il ragazzo intanto è lusingato e pensa al Mondiale: “Mi onora che un club come il Real stia pensando a me” ha detto infatti il giocatore a un quotidiano spagnolo “è una delle squadre più forti del mondo e per me sarebbe un sogno giocare a Madrid. Leggo tutti i giorni le notizie che escono sui giornali e sono contento che il mio nome sia affiancato a quello delle merengue ma per rispetto della mia nazionale e per il mio paese, ora devo solo restare concentrato sul Mondiale”.

Insomma Kolarov sarà probabilmente venduto ma Lotito venderà cara la pelle, lui intanto si sente già proiettato in una nuova avventura:  “Il presidente mi ha assicurato che andrò in Spagna. Sarebbe un onore indossare la maglia del club più prestigioso del mondo. Mourinho mi apprezza e spero che la trattativa vada in porto”. Kolarov ha anche ricordato che Mourinho lo voleva già l’anno scorso all’Inter: “Questa volta spero che la cosa vada in porto . Comunque, preferisco non affrontare la questione finché non si arriverà a un accordo. Per ora va bene, ma dovranno passare parecchi giorni prima che tutti i pezzi del puzzle vadano al loro posto”. Il Real Madrid come l’ultimo grande sogno della sua carriera? “Mi sto preparando per il momento più solenne della carriera. Il Real è uno dei club più grande del pianeta e indossare quella maglietta è un onore per tutti quelli che si dedicano al calcio”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori