CALCIOMERCATO/ Inter, per Balotelli derby United-City, ma occhio al Milan…

- La Redazione

CALCIOMERCATO INTER – Il futuro di mario Balotelli è sempre più lontano da Milano, sponda neroazzurra, tra United e City

Il futuro di mario Balotelli è sempre più lontano da Milano, sponda neroazzurra. E il suo agente, Mino Raiola non perde tempo e vola a Londra: ad attenderlo il Manchester United e Ferguson in persona che vuole assicurarsi Balotelli.

E’ il primo incontro vero tra le parti, un colloquio che servirà a registrare le intenzioni di entrambe le parti e capire che strategia adottare per convincere l’Inter, in primis il presidente Moratti che anche ieri non ha perso l’occasione per esternare tutta la propria ammirazione per Balotelli. Ma lo United non è l’unico pretendente del talento dell’Inter.

A fare una corte spietata c’è anche il Manchester City di Roberto mancini, l’allenatore che lo fece esordire giovanissimo e che lo scoprì grazie ad una raccomandazione di suo figlio che ai tempi giocava nelle giovanili con Mario. Anche Balotelli gradirebbe tornare dal suo ex mister, soprattutto dopo l’anno travagliato appena trascorso alle dipendenze di Mourinho. Il giocatore per ora non ha espresso preferenze aspetta di sentire quanto avrà da relazionargli il suo agente e deciderà di andare da chi lo vorrà di più e da chi si sentirà voluto bene.

Sarà un derby a suon di sterline che sicuramente farà felice patron Moratti pronto a cedere di fronte a una di quelle offerte a cui non si può dire di no. Ma tra i due litiganti potrebbe spuntarla un pretendente a sorpresa …

CLICCA IL PULSANTE QUI SOTTO PER CONTINUARE A LEGGERE LA NEWS DI CALCIOMERCATO INTER SU BALOTELLI

 




…che si sta muovendo a fari spenti. Per ora. Si tratta dell’altra squadra di Milano, il Milan appunto, la formazione del cuore di balotelli, quella per cui, non ne ha fatto mai mistero, tifa da quando era bambino.

Avrebbe per il giocatore un fascino speciale, riuscire con i colori che ama a rifarsi nella sua città e far capire ai suoi vecchi tifosi che su di lui si sbagliavano. Da parte di Mino Raiola c’è la massima disponibilità a trattare il suo assistito con i dirigenti di via Turati.

 

Certo per il Milan versione risparmio non sarà affatto semplice. L’asta che stanno innescando lo United e il City ha portato il valore del cartellino a 35/40 milioni.

Senza contare l’ingaggio che mancini e Ferguson sarebbero disposti a spendere: si parla di almeno 4 milioni all’anno, fuori dai nuovi parametri rossoneri. Ma si sa che al cuor non si comanda, e il giovane mario potrebbe stupirci tutti  

   

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori