CALCIOMERCATO/ Milan, Berlusconi e il sogno chiamato Ibrahimovic

- La Redazione

Oggi il patron rossonero sarà alla presentazione della squadra

berlusconi_stadio_R375x255_05nov08

Vuol far sentire il suo sostegno personale al suo Milan, alla sua squadra di cui è tifoso sin da bambino. Oggi il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi terrà a battesimo l’avvio della nuova stagione targata Massimiliano Allegri. C’è aria di contestazione per il calciomercato che non ha ancora offerto botti di qualità. Il presidente però oggi  potrebbe avere un vertice di mercato proprio con Adriano Galliani in cui verrà discussa la possibile cessione di Ronaldinho e nel caso l’acquisto di Zlatan Ibrahimovic, il sogno proibito in Via Turati. Un’operazione non semplice soprattutto perchè dovrà esserci l’avvollo del presidente. Intanto Giancarlo Capelli leader storico della Curva Sud rossonera ha parlato oggi con Tuttosport della situazione in casa rossonera. “Il fatto che il presidente venga al raduno lo prendiamo come un segno importante – spiega Capelli -. Lo abbiamo accusato di non occuparsi di Milan e partecipare al primo giorno della stagione è importante”.

"Però vogliamo – continua il leader storico degli ultras rossoneri – che si esponga con noi e che sia onesto nei confronti dell`intera tifoseria. Siamo stufi di sentirci dire che siamo il club che ha vinto più trofei internazionali, che lui è il presidente che ha vinto di più al mondo: da tre anni non arrivano più successi. Sappiamo bene quale situazione economica il club stia attraversando, però vogliamo un discorso chiaro, che Berlusconi ci dica cosa può fare e cosa può dare ancora al Milan". E chissà che il presidente non riprenda in mano come un tempo il suo Milan: regalando il colpo con il botto di calciomercato.



© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori