ESCLUSIVA CALCIOMERCATO/ Vigorelli (Ag. Fifa), Inter, Juventus, Milan, Genoa: il punto sul mercato

- La Redazione

CLAUDIO VIGORELLI uno dei più importanti procuratori italiani traccia con ilsussidiario.net un bilancio dopo il primo mese di mercato

balotelli_mancini_R375x255_31lug
Balotelli con Mancini: di nuovo insieme? (Foto Ansa)

Il primo mese ufficiale di calciomercato è ormai archiviato. Le società di Serie A hanno a disposizione altri 30 giorni per piazzare il colpo decisivo per rinforzare la rosa. Abbiamo intervistato in esclusiva per IlSussidiario.net l’agente Claudio Vigorelli, procuratore tra gli altri di Materazzi, Storari, Abbiati e Floccari, a cui abbiamo chiesto di analizzare questa prima parte del calciomercato estivo.

Signor Vigorelli, il primo mese di mercato è ormai concluso, grandi colpi escludendo quello di Cavani al Napoli e di Bonucci alla Juventus non ce ne sono stati. Cosa sta succedendo?

Succede che da un paio di anni non ci sono più tanti soldi e le società sono molto attente al bilancio. Non è però solo un problema italiano: anche le altre società europee faticano a concludere grandi affari di mercato, ovviamente non il Manchester City. Il problema principale è la mancanza di soldi, poi subentrano altri fattori che determinano questo immobilismo.

L’Inter di Moratti sembra essere preda di questa situazione. Pensa che questo immobilismo possa incidere sulla corsa Scudetto?

Assolutamente no. L’Inter è al momento superiore alle altre squadre, ha una rosa forte e ampia. Inoltre il mercato nerazzurro non è finito. Prima di comprare, penso che l’Inter voglia aspettare le cessioni di Balotelli e forse Maicon.

Lei ha parlato di Balotelli. E’ giusto vendere un talento di 19 anni?

Guardi i nerazzurri lo scorso anno hanno vinto tutto e Balotelli non è stato tra i protagonisti. E’ capitata questa occasione di vendere il giocatore per 35 milioni di euro. La società non vuole farsela sfuggire, anche perchè Balotelli arriva da una stagione travagliata. L’Inter inoltre punta forte sul mercato dei giovani, basti pensare che l’acquisto del prossimo anno sarà Ranocchia. Ci saranno poi il brasiliano Coutinho e i vari Obi, Santon, Biabany. Infine è proprietaria del cartellino di Destro, segno evidente che i nerazzurri credono nei giovani.

Il mercato dell’Inter in entrata ruota intorno a grandi nomi come quello di Mascherano, Schweinsteiger, Rossi, Kuyt. Lei pensa che la società meneghina farà un grande colpo o si limiterà a rinforzare la rosa con nomi meno altisonanti?

Io credo che il presidente Moratti qualcosa farà, sono sicuro che non verranno fatte follie anche perchè il fair play imposto da Platini nel 2012 deve essere rispettato fin da subito dalle società.

La Juventus ha per il momento effettuato un mercato all’insegna del "made in Italy". La rosa di Delneri è già pronta a battagliare con l’Inter per lo Scudetto o manca ancora qualche altro grande giocatore?

Penso che il mercato della Juventus sia stato intelligente e oculato. Detto questo non credo che i bianconeri si fermeranno sul fronte acquisti, penso che chiuderanno altre operazioni. La squadra comunque è già forte e credo possa essere in grado di dare filo da torcere all’Inter.

 

Papastathopoulos e Yepes sono al momento gli unici colpi di mercato del Milan. Il tecnico Allegri chiede un centrocampista. Arriverà un grande calciatore o sarà un giocatore dal valore di mercato non elevato?

L’ipotesi più probabile credo sia la seconda. Il Milan non farà follie per acquistare un centrocampista.

 

E’ d’accordo sull’idea di affidare la squadra ad un tecnico giovane come Allegri?

Certamente concordo nella scelta fatta da Galliani e dal presidente Berlusconi. Allegri è un tecnico che mi piace, giovane che a Cagliari ha dimostrato di valere, è bravo e molto preparato.

 

La nuova regola sugli extracomunitari è stata fatta per valorizzare i giovani o per "spegnere" le polemiche relative al fallimento del Mondiale sudafricano?

Diciamo che è stata fatta sia per valorizzare i giovani, sia per calmare le acque dopo il Mondiale in Sudafrica. Certamente questa nuova regola penalizza i club che avevano già programmato il lavoro e adesso si trovano a rielaborare i loro progetti.

 

Escludendo le Big del campionato, quale squadra ha per il momento effettuato le migliori operazioni di mercato?

A me personalmente piace molto il Genoa di Gasperini. La società ligure non penso possa lottare per lo Scudetto ma farà un grande campionato. Ha risolto la questione portiere prendendo Eduardo, a centrocampista ha ufficializzato l’acquisto di Miguel Veloso, in attacco ha un elemento come Luca Toni. Ha tutte le carte in regola per svolgere un bel campionato.

 

(Claudio Ruggieri)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori