INTER/ Mourinho su Benitez: “Il suo non è lavoro, è un sogno”

- La Redazione

Il neoallenatore del Real Madrid lancia una frecciata al collega che lo ha succeduto sulla panchina nerazzurra

mourinho_saluta_R375x255_12apr10
Mourinho saluta la Liga? (Foto Ansa)
Pubblicità

Josè Mourinho è lontano centinaia di kilometri ma continua a far parlare di sè. Lo Special One, congedatosi dall’inter per passare al timone del Real Madrid, dedica alcune dichiarazioni all’Italia, ma soprattutto al suo collega nonché successore sulla panchina nerazzurra, Rafa Benitez. “Il suo non è un lavoro, è un sogno”, dichiara Mourinho nel corso di un’intervista concessa a BSkyB.

Il tecnico di Setubal si sofferma anche su Mario Balotelli, giovane campione che con lui ha attraversato momenti di tensione. Il ventenne recentemente trasferitosi al Manchester City è “un ragazzo dalle qualità incredibili ma che deve essere aiutato a maturare”.

 

Non mancano le frecciatine all’indirizzo di Rafa Benitez, nuovo allenatore nerazzurro e fresco vincitore della Supercoppa italiana. "Benitez non dovrà faticare come ho fatto io, perché in un mese ha la possibilità di vincere tre trofei, la Supercoppa italiana, quella europea e il mondiale per club. Un allenatore che arriva in un nuovo club di solito deve costruire la squadra – conclude Mourinho – mentre Benitez si trova tutto pronto, società e giocatori. Il non è un lavoro, ma un sogno".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori