CALCIOMERCATO/ Milan, Ibrahimovic, Galliani: “Può arrivare a titolo definitivo”

- La Redazione

L’a.d. bianconero apre al trasferimento dello svedese

Ibrahimovic_Bar_R375_15set09

Da Via Turati non hanno dubbi: c’è la volontà di portare Ibrahimovic a Milanello e si percorreranno tutte le strade possibili per raggiungere l’obiettivo. A confermarlo c’è anche Adriano Galliani, vicepresidente e a.d. rossonero, in trasferta a Barcellona. “Per Ibrahimovic si tratta ad oltranza, abbiamo definito i conti e ci siamo spiegati, bisogna cercare di far quadrare tutto. Mi fermo fino a martedì, perchè il mercato chiude il 31 agosto”.

Il dirigente rossonero è a Barcellona dove sta trattando direttamente con il presidente blaugrana Rosell e il procuratore dello svedese Mino Raiola. Oltre al pranzo di mercoledì, anche nella giornata di giovedì c’è stato un summit conclusosi poco dopo le 14.30. Rosell ha addirittura proposto a Galliani di seguirlo a Ibiza dove il patron blaugrana trascorrerà il weekend.

 

"Non vado con Rosell ad Ibiza – ha detto ancora Galliani – ma siamo d’accordo che se c’è il contratto da firmare lui torna qui a Barcellona. Il Milan ha deciso di comprare Ibra. Non si parla più di prestito". Parole chiarissime quelle del vicepresidente rossonero che ha tutta l’intenzione di arrivare in fondo alla questione Ibrahimovic. "A questo punto le due società lavorano a una cessione definitiva, quindi nessun prestito. – prosegue Galliani – Ma la strada è ancora lunga, e direi che le probabilità che l’affare si concluda sono del 50%. Comunque Borriello non è in vendita, mentre abbiamo una trattativa in corso per Huntelaar, ma dipende solo da lui. Finora non ho ancora avuto contatti diretti con Ibra, sto andando da lui".

 

Nelle prossime ore si attende un incontro diretto, autorizzato da Rosell, tra i vertici del Milan e Ibrahimovic per discutere dell’ingaggio. A tal proposito è intervenuto anche Mino Raiola che, con la sua consueta schiettezza, ha ribadito: "ridursi lo stipendio non è bello, ma a volte è necessario per chiudere un affare".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori