ESCLUSIVA INTER ATLETICO MADRID/ Suarez: “Quinto titulo” vicino. Nerazzurri favoriti anche per lo scudetto

- La Redazione

LUISITO SUAREZ ex bandiera dell’Inter sulla Supercoppa Europea in palio stasera a Montecarlo, i nerazzurri non l’hanno mai vinta…

milito_grinta_R375x255_05mag10
Diego Alberto Milito (foto Ansa)

INTER ATLETICO MADRID – La stagione della conferma. Per l’Inter, dopo la tripletta dell’anno scorso, si attendono altri successi. Uno è già arrivato con la conquista della Supercoppa italiana. L’altro potrebbe arrivare stasera a Montecarlo con la conquista della Supercoppa Europea nella partita con l’Atletico Madrid. Abbiamo chiesta a Luisito Suarez, grande campione della squadra nerazzurra degli anni ’60 e indiscussa stella del calcio internazionale un pronostico sull’incontro di stasera, in esclusiva per ilsussidiario.net

Come vede questo incontro tra Inter e Atletico Madrid?

L’Inter è favorita. E’ certamente più forte della squadra spagnola.

Dove si deciderà questo match?

A centrocampo, come al solito, naturalmente con l’aiuto delle punte delle due squadre.

Un pronostico secco?

2-1 per l’Inter

L’Inter sarà ancora protagonista in Campionato e in Europa?

Tra le squadre di Serie A è ancora la più forte. Credo che la distanza con le altre sia ancora grande. In Champions è tra le 5- 6 squadre favorite. Poi vedremo nel corso della stagione chi sarà più in forma.

Cosa cambia con Benitez?

In realtà non tantissimo. All’inizio lui dovrà cercare di far rodare subito la squadra. Poi sicuramente cercherà di portare i suoi suggerimenti tattici e tecnici.

La Spagna è campione del mondo 2010, ora c’è anche Mourinho al Real Madrid, il Barcellona sempre fortissimo, mentre l’Atletico Madrid ha vinto l’Europa League. E’ nata l’era del calcio iberico?

Senza dubbio è un buon momento. Ci sono tanti buoni giocatori spagnoli integrati, nelle squadre di club, da stranieri di ottima qualità. Un momento che può continuare: vedo la Spagna protagonista anche nei prossimi anni.

 

Anche negli altri sport la Spagna è fortissima. Ci sono Nadal, Alonso, Contador, il basket iberico. Quali sono i motivi di questi successi?

Tutto è partito dalle Olimpiadi di Barcellona 1992. C’è stato un lavoro molto buono sulla base. Da qui sono nati tanti campioni nei vari sport, stiamo raccogliendo ciò che abbiamo seminato, e i successi arrivano di conseguenza.

 

Chi è invece il favorito del Pallone d’oro 2010, Xavi, Forlan, Villa o Sneijder?

Forlan ha trascianto l’Uruguay alla semifinale mondiale ma non lo vedo tra i favoriti. Credo piuttosto che a giocarsi le chances di vittoria saranno i tre giocatori della nazionale spagnola Villa, Xavi e Iniesta.

 

Mourinho sarà "Special" anche al Real Madrid?

Questo è il suo obiettivo, ma non sarà facile, dovrà lavorare molto. C’è ancora un grande gap da colmare con il Barcellona, i catalani mi sembrano ancora una squadra superiore.

 

Cosa pensa della partenza di Balotelli?

Dispiace a tutti che sia partito un giocatore di così grandi qualità. Ormai c’era una situazione particolare all’Inter,si era creato un clima tale che non mi meraviglio che se ne sia andato.

 

Cosa pensa del possibile arrivo di Ibrahimovic al Milan?

Se così fosse cambierebbero tante cose. Il Milan guadagnerebbe molto per i suoi obiettivi stagionali, Ibrahimovic è un campione vero.

 

(Franco Vittadini)

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori