MILAN CATANIA/ Allegri: “Così non va, servono umiltà e sacrifinio”

- La Redazione

L’allenatore parla dopo il deludente pareggio dei rossoneri

allegri_r375_18nov09
Massimiliano Allegri (Milan) - Foto Ansa
Pubblicità

MILAN CATANIA – Il Milan dei “fantantici quttro” ha conquistato solo quattro punti  nelleprime tre giornate. Un bottino che non può soddisfare i rossoneri, nonostante sia chiaro come la squadra sia ancora in rodaggio.

Allegri non fa drammi, difende i suoi ragazzi ma al contempo è chiarissimo: «Per vincere bisogna fare qualcosa di più, sotto l’aspetto tecnico ma anche del sacrificio. È vero che il Milan è costruito per vincere ma giocando ogni tre giorni è difficile esprimersi sempre con la massima intensità. Purtroppo però in questo periodo commettiamo sempre gli stessi errori».

Un evidente problema sono le troppe ripartenze letali concesse agli avversari: «Come al Cesena ne abbiamo concessi al Catania – ammette Allegri – e per fortuna questa volta Ricchiuti ha sbagliato il raddoppio».

«Bisogna velocizzare l’azione e verticalizzare più su Ibrahimovic, ma non dobbiamo abbatterci in questo momento», ha concluso il tecnico. Anche Ronaldinho ha espresso la sua delusione a fine gara: «Ci siamo fatti sfuggire una buona occasione, non si possono perdere questi punti in casa, serve lavorare molto per trovare continuità, perchè non si può vincere una partita, poi perdere, poi pareggiare»

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Pubblicità

I commenti dei lettori