BRESCIA ROMA/ Le dichiarazioni di Ranieri: resto ho la fiducia della società

- La Redazione

Il tecnico giallorosso allontana le voci di un possibile allontamento

ranieri_roma_R375x255_27gen10

Claudio Ranieri ha parlato in conferenza stampa in previsione di Brescia-Roma. Il tecnico testaccino ha spronato i suoi giocatori dopo le deludenti prove dell’ultimo periodo.

Ranieri, quale è il vero problema di questa Roma malata?

La Roma c’è, supereremo questo mo­mento difficile, la società è con me, non ho mai pensato di mollare. Serve una prova di ca­rattere, stia­mo facendo di necessità virtù, ci sarà da lottare, da soffrire, ci aspettiamo una gara dif­ficile e sare­mo preparati ad affrontar­la.

Cosa vuole dire ai tifosi preoccupati?

Non devo lanciare messag­gi, quello che stiamo facendo lo vedono tutti, stiamo pro­vando a uscire da una situa­zione che non ci piace. Vo­levamo mi­gliorare la partenza de­gli ultimi an­ni, non ci stiamo riu­scendo, il cal­cio è bello per questo, anche in Europa tante grandi sono in difficol­tà. La Roma c’è, è compatta, stiamo lavorando per venir­ne fuori. L’applauso del pub­blico era per tutta la squa­dra, la Roma c’è se così non fosse non avrebbe fatto quel­lo che ha fatto negli ultimi dieci anni, ma la gente ha capito. E’ un periodo che non gira per il verso giusto, la stanchezza si è fatta sentire, prendere all’ultimo il gol del pari ci brucia, ma i tifosi hanno capito che vogliamo lottare fino in fondo e lo fare­mo….

Qualcuno parla di scarsa condizione fisica dei giocatori…

I numeri sono im­portanti, ma non sono tutto. Non c’è stanchezza fisica. Lo scorso anno quando sono ar­rivato Spalletti aveva allena­to bene la sqiuadra. Gioca un ruolo importante l’aspetto emotivo, quando riusciremo a venirne fuori – perchè la Roma ne viene fuori – ritroveremo tranquillità. I ragaz­zi sono preoccupati, perdia­mo partite per una scioc­chezza, a volte c’è mancanza di attenzione. L’entusiasmo è venuto meno, dopo aver fatto sei mesi grandiosi. Ma restiamo sereni, la squadra si riprende, la squadra c’è.

E’ preoccupato per le voci dei giornali che parlano già di possibile esonero?

L’esonero è una soluzio­ne proposta da alcuni. Sono determinato, voglioso di fare bene e sicuro che ne venia­mo fuori. Non sono preoccu­pato. So che ci sono persone a cui piace navigare nell’ombra. Ma sono al di fuori della società, ci tengo a precisar­lo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori