LAZIO MILAN/ Le dichiarazioni di Allegri: stasera voglio punti!

- La Redazione

Il tecnico rossonero ha parlato ieri in conferenza stampa della delicata sfida di stasera

Ibrahimovic_presMil_R375_30ago10
Zlatan Ibrahimovic

Conferenza stampa di Massimiliano Allegri in vista della delicata sfida di questa sera contro la Lazio all’Olimpico di Roma. Il Milan è chiamato al successo dopo i passi falsi contro Cesena e Catania.

Allegri, c’è chi giudica azzardato il modulo del Milan con così tanti giocatori offensivi in campo contemporaneamente, cosa ne pensa?

Non siamo una squadra di squilibrati. E tanto meno lo sono io… Mi viene da ridere per cer­te analisi dove si fa riferimento a un Milan troppo sbilanciato, squilibrato… Dobbiamo migliorare e lavorare mol­to, è vero, ma i nostri errori sono stati individuali non legati alla tattica. Ec­coli: una svirgolata di Pirlo e una let­tura sbagliata su intervento di Nesta contro il Catania; un errore d’inespe­rienza di Sokratis a Cesena. Non biso­gna dire, però, che questa squadra non va bene. Ripeto: dobbiamo miglio­rare molto, lo sappiamo io e lo sa la squadra, ma non è tutto da buttare. Fra nazionali e partite ogni tre giorni, non siamo riusciti a fare un allena­mento che si possa dire tale tutti in­sieme: non sono scuse ma piano pia­no si vedrà un Milan più equilibrato e sono convinto che faremo una stagio­ne da protagonisti.

Il Milan stasera, troverà una Lazio in forma dopo le due vittorie consecutive…

Sappiamo che quella con la Lazio è una gara deli­cata, ci servono punti. Magari infiliamo cinque vittorie e torneranno a dire che siamo stellari.

I problemi del Milan derivano da errori di squadra o individuali per una condizione fisica non ancora al 100%?

Non sono errori tattici ma individuali, e in questo momento li paghiamo oltremodo. Ma riusciremo a fare le grandi cose per cui questa squadra è stata costruita. Anche perché con i campioni che abbiamo sia­mo sicuri di poter risolvere una partita in ogni momento.

Per quanto riguarda la condizione fisica dei giocatori, invece?

La condizione fi­sica della squadra credo sia buona co­me si è visto contro il Catania: nel se­condo tempo i siciliani non si sono mai avvicinati alla nostra area. Ero già con­vinto che il Milan potesse fare grandi cose prima degli arrivi di Ibrahimovic e Robinho e ne sono ancora convinto adesso. Boateng è una mezz’ala più of­fensiva ma deve migliorare la fase di­fensiva perché deve disciplinarsi. Dob­biamo migliorare in difesa e per farlo ci vuole un po’ di tempo, bisogna stare se­reni. I risultati si trovano tramite il gio­co e non ci si deve far prendere dallo sconforto per aver totalizzato un punto in due gare. Adesso si parla della Juve che è rinata e che lotta per il campiona­to, ma i bianconeri hanno i nostri stessi punti. Non bisogna farsi prendere dalla frenesia per la mancanza di risultati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori